Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Dente – Io tra di noi

SHARE

Nuovo album per Dente, artista semplice e raffinato giunto al suo quinto album

C’era molta attesa per il quinto album di Giuseppe Peveri in arte Dente. Dopo 3 produzioni che lo avevano fatto conoscere agli addetti ai lavori ed al pubblico più attento è con “L’amore non è bello” che l’artista si fa conoscere al grande pubblico riscuotendo un successo di vendite impensabile per un paese come l’Italia. Gli ultimi due anni li ha passati praticamente tra i palchi di tutto il paese e gli studi di registrazione dove è nato “Io tra di noi”, che richiama il titolo di una canzone di Charles Aznavour che tanto aveva influenzato De André e che sicuramente ha giocato un ruolo importante anche nella formazione musicale di Dente.

Le qualità di questo artista sono molteplici, dalle intuizioni melodiche semplici e raffinate alla voce sempre delicata e composta, ma ciò che fa fare il vero salto di qualità a Dente è la capacità di scrivere testi semplici al limite del banale con parole comprensibili alla grande massa, ma che nascondono pensieri e riflessioni molto più profonde. Una semplificazione del citazionismo dei Baustelle che trattano spesso temi banali con parole fin troppo desuete. Frasi come “più del destino è stata l’adsl che vi ha unito” o “mi mancano le cose che non ho mai avuto” sono al limite della banalità ma riflettono la realtà sociale degli anni ’10. Spesso paragonato a Battisti e De Gregori, Dente si sta ritagliando sempre più il suo ruolo di cantautore simbolo di questa Italia, senza scadere nel qualunquismo della politica e della critica sociale, ma limitandosi a cantare la realtà.

Questo “Io tra di noi” è un disco che facilmente vi ritroverete a cantare sotto la doccia o fermi al semaforo ma, se ne avete tempo e voglia, merita anche un ascolto con testo alla mano e qualche minuto di riflessione per scoprire il mondo che c’è dietro ad ogni canzone di Dente.

Simone Brengola