Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

L’AMOR CARNALE

SHARE
Bastards sons of dioniso

RCA Italiana
2009
I Bastards Sons Of Dioniso ci sono stati simpatici da subito. Tre ragazzi dell’alta Valsugana che hanno partecipato al talent show X-Factor sfiorando la vittoria.
Rockettari, un po’ pazzerelli ma sempre ragazzi qualunque, hanno sfornato il loro primo Ep ufficiale “L’Amor Carnale” che contiene l’omonimo singolo, oltre che al secondo inedito “Wednesdey Mas” e ben quattro cover riarrangiate in studio in stile punk pop: “Contessa” dei Decibel (nel quale cantava colui che è stato punk da prima di noi, ovvero Enrico Ruggeri), “Ragazzo di Strada” dei Corvi, “Just Can’t Get Enough” dei Depeche Mode e “Che colpa abbiamo noi” dei Rokes. Un bel disco. Loro, invece, una interessante rivelazione. Pur rimanendo in ambito pop infatti, già dalle cover presenti nell’Ep si capisce qual è il tipo di musica a cui tendono questi ragazzi . In più hanno praticamente unito a questa musicalità aggressiva il canto melodico a cappella creando di fatto (finalmente) uno stile nuovo, molto personale, che non ha niente da invidiare alla nuova generazione di artisti pop italiani che si sono da poco affacciati sulle scene. 
Ad X-Factor li abbiamo visti solamente cantare, ma loro sono una vera e propria punk band che già iniziava a farsi conoscere nel nord Italia partecipando a vari festival e concerti più o meno importanti. Ora, si sono conquistati la simpatia di molti italiani, e in alta Valsugana sono diventati dei miti da venerare, grazie alla loro schiettezza, freschezza e semplicità. In più sommate il fatto che sanno cantare, suonare e hanno inventato questo nuovo modo di fare canzoni: capirete perché questi “figli bastardi di Dioniso” hanno fatto successo.

Marco Casciani
Urloweb.com

SHARE