Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Milk White: Noise delicato, rock-blues artistico. Tutti in attesa del primo full-lenght dei “Bianchi”

SHARE
rdf - milkwhite1

Sono una delle band più interessanti dell’underground romano e in questo momento si stanno guadagnando sempre più rispetto da parte di pubblico e band “vicine”.

Un gruppo alternative rock che costruisce il suo sound personale su basi molto sperimentali: Sonic Youth, Velvet Underground, The Kills, forse anche qualcosa di Blonde Redhead e delle voci femminili più rock di sempre come l’immensa Patti Smith e la più recente Juliette Lewis.
Anni fa al Sinister Noise, verso la fine della serata, una ragazza (Erika Giubili) alla chitarra e un ragazzo alla batteria hanno suonato una manciata di brani, purtroppo tra varie difficoltà tecniche. E ciò che colpiva allora era indubbiamente la delicata e spirituale voce di Erika che esplodeva in momenti di aggressività pura. Oggi sono cambiate molte cose, la band ha preso forma, i live si sono moltiplicati anche all’estero. E le partecipazioni a concorsi e festival si sono fatti importanti. Eccone alcuni: Valsusa Film Festival 2010, Backup Clip Festival 2010 (organizzato annualmente dal Bauhaus Film Insitut di Weimar) al quale hanno partecipato con il loro video “Western Ballad” realizzato in collaborazione con V-Idea, e Fattore “C”, il giocoso talent di R101 condotto da Tamara Donà.
Un cambiamento importante c’è stato con l’entrata al basso di Massimiliano Amoroso, già conosciuto per il suo lavoro nei Betty Ford Center, e poi in seguito di Stefania Imperatori (Blonde Is Over, Thelmas) alla chitarra e Gianni Galadini alla batteria. All’attivo hanno un Ep (“Plastic One”) e un cd di 6 tracce, “Prague”, fatto uscire nel 2009. Ma una novità che indica un notevole salto di qualità è il lavoro che in questi giorni stanno svolgendo per il loro primo full-lenght. Loro stessi ne sembrano entusiasti come si percepisce dal blog: “Siamo contenti e un po’ emozionati nel dirvi che i lavori per il primo cd “lungo” dei Milk White sono stati completati. Adesso bisognerà capire soltanto che tipo di mastering effettuare e soprattutto a chi affidarlo. Continuiamo ad essere fiduciosi sul fatto che esserci noi affidati ai Velvet per questa produzione sia stata la migliore delle soluzioni e qualsiasi decisione prenderanno loro in merito sarà di certo quella più consona al tipo di lavoro svolto”. Si, perché è proprio con la pop-rock band romana che hanno intrapreso il lavoro per la produzione del loro primo album: una collaborazione che potrà essere decisiva per un ulteriore passo in avanti. L’album dovrebbe uscire a settembre, momento in cui si vedrà che risultati darà questo percorso fatto di piccoli traguardi e soddisfazioni. Intanto per chi non li conoscesse consigliamo di fare un salto sul loro myspace (www.myspace.com/milkwhite1) per conoscere anche le prossime date live in Italia e nella Capitale.

Marco Casciani