Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Notebook – Wendy?!

SHARE
notebook-il-nuovo-album-dei-wendy-L-PySdIH

L’importanza della predisposizione agli ascolti più disparati aiuta spesso il musicista capace a trasportare, sul genere che gli viene più naturale suonare quando imbraccia il proprio strumento, tutte le influenze che ha assorbito

contribuendo con le proprie conoscenze musicali alla ricerca e alla costruzione di un proprio stile che possa uscire fuori dalle tante proposte, e se possibile rimanere impresso nella memoria e nei gusti del pubblico. Con il loro ultimo album, “Notebook”, i Wendy?! – i segni di punteggiatura non sono un errore di battitura – band romana formatasi nel 2008 dall’incontro tra Lorenzo Canevacci (già chitarrista dei Bloody Riot, tra le più conosciute hardcore band della penisola all’inizio degli anni ’80) ed Andrea Giuliano (ex chitarrista dei Destir), riescono a proporre un sound compatto, chiaramente riconducibile al panorama hard rock ed ai suoi canoni, e contemporaneamente se ne distaccano, con profonde contaminazioni punk e post punk, grazie a ritmiche estremamente energiche e ad atmosfere dark e cupe. Sono diverse le influenze che possono essere riconosciute, anche ad un primo ascolto: “Breakout plan”, nella melodia della strofa e nel modo di cantarla, ricorda molto quel gran pezzo di Duca Bianco di David Bowie, mentre “Sleepwalker” è un felice incontro tra gli U2 di inizio anni ’90 e la new wave di band come gli Echo And The Bunnymen; “DDR (the sea of Rome)” non sfigurerebbe affatto tra i migliori lavori dei Muse ed “Hallelujah, I’ve got a gun” riesce persino a rievocare, anche se con atmosfere decisamente più cupe e in ambiti molto diversi, dei mostri sacri come i King Crimson. Un album completo, pieno di idee e di episodi riusciti, sicuramente un disco di ottima musica e di gran qualità. Da avere.

Flavio Talamonti