Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

PETER MURPHY “Stripped tour” live @ teatro Quirinetta

SHARE
PETER MURPHY 1

Memorie dal buio

Una serata memorabile al Quirinetta per lo show di Peter Murphy: anima, cuore e voce di quelli che furono i Bauhaus, una delle più grandi band di tutti i tempi.

Il 25 ottobre 2016 lo “Stripped tour” fa esordio in Italia con un sold out ed è facile immaginare che sarà così ad ogni tappa. L’artista è accompagno da due eccellenti musicisti newyorkesi: Emilio China, basso e violino e John Andrews alle chitarre, già recentemente in tour con la cantante tedesca Nena e con i leggendari B-52’s.

{gallery}slide/PETER_MURPHY{/gallery}

Peter Murphy negli anni non ha perso la voce e nemmeno il suo charme da teatro figurativo che continua ad ipnotizzare ed a rapire il pubblico che sa ricambiare con grande entusiasmo e intensa partecipazione. La prima parte dello show è dedicata al suo repertorio solista: si inizia con l’incalzante atmosfera di Cascade, per poi proseguire con All Night Long, Indigo eyes, Marlene Dietrich’s favorite poem, e la splendida Strange Kind of Love, brano già straordinario di per sé ma, come se non bastasse, arricchito dall’eccezionale performance di China al violino. Si prosegue con The Bewlay Brothers, con cui il cantante britannico rende omaggio a David Bowie, indelebile fonte di ispirazione per lui e per tutti gli amanti della musica. Poi Lion, title track del suo ultimo album, avvolgente e di grande atmosfera. Non mancano brani storici dei Bauhaus: King volcano, Kingdom’s coming, Silent Hedges, Hollow Hills, All We Ever Wanted, The Three shadows e Bela Lugosi’s dead scatenano il pubblico che entusiasta interagisce e canta insieme a Murphy. Lo show termina pochi minuti dopo la mezzanotte con il pubblico ampiamente soddisfatto.

David Gallì (un ringraziamento speciale a Cristina Lo Prete)