Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Presentato il Roma Summer Festival, dell’Auditorium Parco della Musica

Oltre 40 concerti e spettacoli per un’estate all’insegna della musica

SHARE

IL FESTIVAL – Con il concerto degli Arctic Monkeys si aprirà ufficialmente il 26 maggio il Roma Summer Fest, il nuovo Festival della Fondazione Musica per Roma presentato quest’oggi all’Auditorium Parco della Musica. La stagione estiva di concerti nella cavea dell’Auditorium Parco della Musica quest’anno per la prima volta inizierà quasi un mese prima e durerà oltre due mesi con oltre 40 concerti di tutti i generi musicali: rock, pop, jazz, classica, world music e spettacoli. Quattro concerti saranno in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Per la prima volta nella storia del Parco della Musica sarà possibile assistere a oltre 10 concerti rock e pop in piedi nel parterre della cavea (confermati: Arctic Monkeys, Noel Gallagher, Snarky Puppy, Hollywood Vampires, Alanis Morissette, Franz Ferdinand / Mogwai, Steven Tyler, Bandabardò) dando la possibilità quindi a una parte del pubblico più scatenato di ballare e muoversi. Al momento sono 35 le date confermate ma altre se ne aggiungeranno nelle prossime ore così da andare a comporre il festival più lungo prodotto dalla Fondazione Musica per Roma, unico per durata e genere in Italia e in Europa.

LE STAR INTERNAZIONALI – Si parte con una doppia data degli Arctic Monkeys (26 e 27 maggio), la band che ha rivoluzionato il rock contemporaneo, per proseguire con l’artista icona che coniuga rock e impegno politico Patti Smith (10 giugno), con il cantautore e chitarrista inglese ex leader degli Oasis Noel Gallagher e i suoi High Flying Birds (22 giugno) e ancora con il grande ritorno di Laura Pergolizzi in arte LP (26 giugno), questa volta per una prima data speciale del tour italiano, che vedrà la partecipazione di Tom Walker. I Simple Minds, saranno in cavea il 3 luglio, ma ci sarà anche un protagonista intramontabile del rock come Ringo Starr (11 luglio), mentre tra le leggende del rock progressive, i Jethro Tull (19 luglio), festeggeranno i loro cinquant’anni di carriera e i King Crimson faranno una doppia data il 22 e 23 luglio. Il 27 luglio Steven Tyler, suonerà insieme alla band di Nashville The Loving Mary. Per Sting riservata la data del 28 luglio, quando suonerà anche alcuni brani del suo ultimo album insieme a Shaggy. Grandissima attesa per gli Hollywood Vampires (8 luglio), il gruppo capitanato da Alice Cooper e del quale fanno parte – tra gli altri – la star del cinema Johnny Depp e il chitarrista leader degli Aerosmith Joe Perry. Alanis Morissette sarà sul palco il 9 luglio e Caetano Veloso il 21 luglio. E da non perdere un evento unico e in esclusiva: il doppio concerto con i Mogwai e Franz Ferdinand (10 luglio).

I BIG ITALIANI – Per la musica italiana si inizia con Luca Barbarossa (29 giugno) con il suo nuovo progetto che si inscrive nel filone della musica romana, anticipato dalla canzone Passame er sale presentata a Sanremo, Ambrogio Sparagna con l’immancabile spettacolo BALLO! (28 giugno) e a luglio è in arrivo Francesco De Gregori (6 luglio), che fa partire da Roma il suo nuovo tour estivo e ancora Alex Britti (13 luglio) e per finire la Bandabardò (1 agosto) gruppo dal piglio rock e folk. Il 2 e 3 giugno ci sarà una doppia serata speciale di Retape, la rassegna che la Fondazione Musica per Roma dedica da due anni alla scena musicale romana emergente. Protagonisti sabato 2: Luca D’Aversa, Mirkoeilcane, Leo Pari, Filippo Gatti, Rho, Mésa, Germanò, Il Grido, Amir, Assalti Frontali, Cor Veleno. Domenica 3: Artù, Lillo e I Vagabondi, Los3Saltos, Ardecore, The Niro, Orchestraccia, Piotta, Bamboo, Wrongonyou, Giuda.

IL JAZZ IN CAVEA – Tra i primi nomi annunciati il pianista Chick Corea (14 luglio) questa volta a Roma con la Akoustic Band che riunisce i suoi più cari compagni e fratelli di lunga data, il bassista John Patitucci e il batterista Dave Weckl; Stefano Bollani (16 luglio) che dopo il grande successo di Carioca del 2007, torna al suo grande amore per le sonorità brasiliane con Que Bom, Pat Metheny (20 luglio) affiancato dal fedele batterista Antonio Sanchez, dalla bassista malesiana Linda May Han Oh e dal pianista britannico Gwilym Simcock. Data speciale del Roma Jazz Festival e data unica italiana il 7 luglio con gli Snarky Puppy, la band underground americana più acclamata degli ultimi anni fondata da Michael League e già vincitrice di Grammy Awards.

GLI SPETTACOLI – Tra gli spettacoli, la doppia data di Gigi Proietti (20 e 23 giugno) che giunge alla trentesima replica, l’appuntamento con l’originale formazione dell’Orchestraccia (17 giugno), gruppo itinerante folk-rock romano composto da cantanti e attori e la nona edizione di Ballo! (28 giugno), progetto originale di Ambrogio Sparagna con la partecipazione dell’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica, del Coro delle Voci Bianche, del Coro Popolare diretto da Anna Rita Colaianni e dei Gruppi di danzatori popolari coordinati da Francesca Trenta. Tra gli ospiti di quest’anno Theodoro Melissinopoulos, Apostolos Efthymiou e il gruppo di danza Hellas, La Tarantella greganica dell’Aspromonte e Il Ballo di San Vito dei Normanni.

L’ACCADEMIA NAZIONALE DI SANTA CECILIA – Quattro gli appuntamenti con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. UpBeat! (5 luglio) è lo spettacolo-concerto di Igudesman & Joo, il duo di musicisti anglosassoni che con i loro virtuosismi propongono un viaggio musicale folle e divertente che esplora ogni genere musicale immaginabile. Protagonisti insieme a questo duo eccezionale l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Stefano Bollani, per l’occasione ospite d’onore. Ritorna Ezio Bosso insieme all’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia con un programma intitolato Nuovi Mondi (12 luglio), in cui Bosso dirigerà la sua Sinfonia n. 1 “Oceans” e la Sinfonia n. 9 “Dal nuovo mondo” di Dvořák. Solista il primo violoncello dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, Luigi Piovano. Torna un classico amatissimo dal pubblico, i Carmina Burana di Carl Orff, 24 brani con testo in latino saranno eseguiti da Coro, Voci bianche, Solisti e Percussioni dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretti da Ciro Visco (18 luglio). L’ultimo appuntamento (26 luglio) avrà come protagonista la giovane esuberante pianista georgiana Khatia Buniatishvili, regina non solo dei palcoscenici mondiali ma anche del web, dove spopola con milioni di visualizzazioni. Diretta da Yu Long eseguirà il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 di Ciajkovskij.