Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

“Non Ingerire”, ed ecco a voi: gli Ibrido_Xn.

SHARE

La Black Fading Records presenta il primo album degli Ibrido_Xn, gruppo alternative rock che ha già avuto ottimi riscontri da critica e pubblico nonostante abbia ufficialmente esordito nel Febbraio di quest’anno con “Non Ingerire”.

Nel 2008, infatti, sono stati votati come miglior band indipendente al M.E.I. di Faenza, ormai un punto di riferimento per quanto riguarda le conferme musicali indipendenti e underground a livello nazionale. Il trio laziale si inserisce in quel genere ibrido (appunto!) in cui il rock e l’elettronica si amalgamano in una commistione che sembra essere sempre più efficace. E se esistono centinaia di gruppi che hanno deciso di intraprendere questa strada (come non pensare ai più celebri, patinati e ormai nauseanti Subsonica), rifacendosi ai mostri sacri e agli sperimentatori del genere, il loro modo di rielaborare un certo tipo di rock non è per niente scontato. Non è poco, perché è proprio da qui che si dovrebbe cominciare. Siamo bombardati di musica: sperimentale, underground, mainstream, bella, brutta, rock, pop, commerciale, e ci mettiamo un po’ prima di incuriosirci veramente a qualcuno o qualcosa, quindi se gli Ibrido_Xn conquistano pian piano vuol dire che sono sulla buona strada. 10 brani, tutti cantati in italiano, testi cupi, metallici, metropolitani, fanno pensare agli Offlaga Disco Pax o i CCCP sebbene diano più rilevanza alla melodia che al parlato tipico di personaggi come Giovanni Lindo Ferretti o Max Collini. Un’ultima informazione importante che può far capire il tipo di band che stiamo presentando: la label Black Fading è stata ideata e concepita da Cristiano Santini, ex lead vocal dei Disciplinatha, una delle band di riferimento del panorama underground italiano durante gli anni ’90. Nel caso di “Non Ingerire” Santini ha curato anche la registrazione e il missaggio quindi: fate due più due!

 

Marco Casciani