Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Widowspeak – Almanac

SHARE

Gli Widowspeak sono un duo proveniente da Brooklyn composto da Molly Hamilton & Robert Earl Thomas. Il loro debutto (omonimo) avvenne nell’estate del 2011, ad un anno dalla formazione della band, e fu accolto positivamente.

La spaziosità della musica, un’idea di dilatazione del tempo, la voce ammaliante della Hamilton, “le sottili e Morriconesche” linee di chitarra di Thomas portarono molti a descrivere il loro sound fu come caldo e nostalgico.

Ad ispirare Almanac, questo è il titolo della loro seconda fatica in uscita per la Captured Records di Brooklyn il 22 gennaio, è stato, secondo i due, l’idea di un’apocalisse imminente che si è insinuata nelle menti della popolazione mondiale occidentale sul finire del 2012. Un’idea infondata, ed è stato evidente a tutti, ma nonostante ciò il pensiero, un immaginario da fine del mondo, si era ormai instaurato e le composizioni di Thomas, come anche i testi della Hamilton, ne furono fortemente influenzati. Hanno scelto “Almanac” come titolo del loro album in riferimento a quei tomi che ogni anno forniscono previsioni sui modelli climatici, sui movimenti lunari e solari e sui fenomeni astronomici.

L’album è stato registrato da Kevin McMahon (Swans, Real Estate) in un fienile centenario nella valle del fiume Hudson nello stato di New York durante l’estate. Produrre con McMahon ha significato per Thomas rielaborare i vari demo registrati dalla band nei mesi precedenti, oltre che un grande lavoro sulle varie linee di chitarra per la stratificazione del suono grazie anche alla presenza di un piano Rhodes, di un organo e di un harmonium.

Sul nostro sito www.urloweb.com gli Widowspeak rispondono ad alcune nostre domande in occasione dell’uscita di Almanac. 

Marco Casciani