Home Cultura

Occhi su Giove – L’autovelox per la Luce

SHARE
occhisugiove

Una serata dedicata all’osservazione delle meraviglie del cielo

Dopo il successo di “Occhi su Saturno” del 10 maggio 2014, il Dipartimento di Matematica e Fisica di Roma Tre riapre le porte al pubblico per una nuova ed emozionante esperienza scientifica: astronomia e luce si uniscono insieme per dare vita a “Occhi su Giove – l’autovelox per la Luce”, una serata all’insegna della scienza e del divertimento, un’occasione unica per conoscere il mondo astronomico e “toccarlo con mano”. Il 2015 è stato proclamato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite “Anno internazionale della Luce e delle Tecnologie basate sulla Luce” e il Dipartimento di Matematica e Fisica non poteva mancare nel proporre un suo evento particolare: mentre alcuni saranno in viaggio per una “Crociera Planetaria”, altri seguiranno gli esperimenti proposti dai docenti, ricercatori e studenti del Dipartimento, e per i più appassionati ci sarà l’occasione di osservare il cielo in maniera del tutto emozionante. Sarà infatti aperto al pubblico l’Astrogarden, giardino astronomico del Dipartimento che metterà a disposizione, dalle ore 18 fino a mezzanotte, alcuni telescopi attraverso i quali poter immergersi nella straordinaria bellezza di corpi celesti come Giove e la Luna. Ma come si correla uno dei quattro “giganti gassosi” alla radiazione luminosa? Cosa hanno in comune? Forse molti non sanno che Giove ha storicamente giocato un ruolo molto importante nella descrizione della luce e della sua velocità. Infatti, in seguito alla scoperta dei quattro satelliti galileiani, Ole Rømer misurò per la prima volta la velocità della luce osservando proprio uno di questi satelliti, “Io”.

Questo e molto altro vi verrà illustrato durante il corso della serata! L’evento è gratuito e aperto a tutti, ma per alcune conferenze è consigliata la prenotazione. Se siete incuriositi e volete saperne di più fate un salto venerdì 27 febbraio a partire dalle ore 18 in Astrogarden, in via della Vasca Navale 88… non mancate!

Programma

Attività libere dalle ore 18 a mezzanotte

GIOVE PARTY: OSSERVAZIONI AL TELESCOPIO – Dalle 18 fino a mezzanotte il giardino del Dipartimento verrà oscurato per l’occasione per consentire a ciascuno di osservare nelle migliori condizioni Giove e gli altri corpi celesti con i telescopi e a occhio nudo.

GIOCA CON LA LUCE: L’OTTICA E LE SUE LEGGI – Come viaggia la luce? Come si forma l’arcobaleno? Perché il cielo è blu? Durante tutta la serata ci saranno esperimenti per trovare risposte a tantissime domande.

VEDO/NON VEDO? – Esperimenti e dimostrazioni sull’occhio, la visione… e il 3D.

LENTI GRAVITAZIONALI: LA MASSA CHE DEVIA LA LUCE – Previste da Albert Einstein e dalla sua teoria della relatività: oggi gli scienziati le usano per studiare oggetti che sfuggirebbero anche ai più potenti telescopi. Ma come funzionano? E di cosa sono fatte?

METEORITI – Da dove arrivato le meteoriti? Come le troviamo? Durante la serata sarà possibile osservare i campioni di meteoriti dell’Università, guardarli al microscopio e toccarli!

MISURIAMO LA VELOCITÀ DELLA LUCE – Semplice esperimento per la misura diretta della velocità della luce. L’esperienza consiste nella misura della velocità della luce “a tempo di volo”, misurando cioè l’intervallo di tempo necessario, da un impulso laser, a percorre un cammino noto.

Attività con prenotazione consigliata (saranno disponibili 5 posti per ogni attività da prenotare sul posto)

CROCIERA PLANETARIA prenotazione ore 19, prenotazione ore 21
Immaginate di avere a disposizione un’astronave con un pilota privato ed una guida turistica a vostra disposizione e di poter salpare verso stelle e pianeti lontani. Immaginate di poter visitare mondi esotici e sconosciuti e, una volta arrivati a destinazione, di scendere e fare una passeggiata. L’associazione McQuadro vi offre questa possibilità e grazie alla sua astronave virtuale vi trasporterà in un viaggio emozionante attraverso lo spazio ed il tempo, per riscoprire le meraviglie dei pianeti del Sistema Solare.

LA LUCE DI GIOVE prenotazione ore 20 , prenotazione ore 22
Come abbiamo scoperto cos’è quel puntino luminoso che gli uomini hanno visto per anni muoversi lungo la fascia dello Zodiaco dandogli il nome del signore dell’Olimpo ? Come facciamo a conoscere molte cose di un pianeta che, quando è più vicino, si trova alla bella distanza di quasi seicento milioni di chilometri? Oltre a rispondere a queste e altre domande vi racconteremo come, nel 1676, il signor Roemer fu il primo a misurare la velocità della luce osservando proprio i satelliti di Giove.

I COLORI DELLE METEORITI prenotazione ore 21:30
Non perdetevi lo spettacolo di vedere le meteoriti con la luce polarizzata! Grazie a questa tecnica si riescono ad osservare strutture bellissime e uniche che le caratterizzano e che ci forniscono preziose informazioni sulla loro provenienza.

Carmen Cardamone