Home Cultura

Premio “Equilibrio Roma” per la danza contemporanea

SHARE

Per le adesioni alla V edizione c’è tempo fino al 19 novembre.

Dopo la positiva esperienza degli scorsi anni il Parco della Musica ospiterà la quinta edizione del “Premio Equilibrio Roma” per la danza contemporanea, che promuove e sostiene la creazione artistica nell’ambito della danza contemporanea e favorisce il lavoro di giovani artisti emergenti e la creazione di progetti originali. Il premio «Equilibrio Roma» seleziona progetti artistici destinati a evolversi in spettacoli di danza contemporanea e si rivolge ad artisti emergenti, singoli, gruppi o compagnie operanti sul territorio italiano.
Chi volesse presentare la propria candidatura dovrà inviare entro il 19 novembre 2011 la domanda di partecipazione compilata in tutte le sue parti, un dossier completo di presentazione del progetto, un video integrale (non promo) della forma breve che si intende presentare e/o di una precedente coreografia realizzata dal coreografo stesso. Sulla base dei materiali presentati, il Direttore artistico del festival Sidi Larbi Cherkaoui, sceglierà un massimo di dieci finalisti, i cui progetti saranno selezionati secondo l’originalità della proposta artistica, il curriculum dei candidati e l’innovazione del linguaggio. Entro il 16 dicembre 2011 sarà reso pubblico l’elenco dei finalisti, che saranno invitati a presentare una forma breve dello spettacolo, tra i 10 ed i 20 minuti, che andrà in scena in due serate aperte al pubblico nel mese di febbraio 2012 all’interno del Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica. Attenzione a leggere bene le condizioni per partecipare, perché tra le clausole è previsto che il limite d’età sia di 35 anni per il coreografo firmatario del progetto, o nel caso di una creazione collettiva, il 50% dei coreografi non deve aver compiuto singolarmente i 35 anni d’età alla data di scadenza del bando. Inoltre i progetti devono essere realizzati in forma breve, e possono essere nuove creazioni o anche forme brevi già presentati in pubblico, purché suscettibili di una ulteriore elaborazione in spettacolo a serata intera di minimo 50 minuti, ma non saranno ammessi a partecipare gli spettacoli già interamente creati, ed i progetti che abbiano già concorso per l’attribuzione di altri premi.
I finalisti saranno giudicati da una giuria internazionale composta da cinque esponenti del mondo della danza contemporanea i cui nomi saranno noti nel mese di gennaio 2012, scelti per la loro esperienza e competenza, e chiamati a valutare il progetto vincitore del premio secondo alcuni criteri tipo l’originalità e la coerenza del linguaggio scenico, la qualità della coreografia e dell’interpretazione, il potenziale sviluppo drammaturgico dell’opera. A conclusione delle due serate la giuria sceglierà il progetto vincitore del premio di 15.000 euro da investire per la creazione del proprio spettacolo, che sarà presentato in prima assoluta presso l’Auditorium nel corso dell’edizione del Festival Equilibrio prevista a febbraio 2013, proprio come sarà quest’anno per i due vincitori ex aequo della scorsa edizione del Premio Equilibrio: Giulio D’Anna con “Parkin’son” e Valentina Buldrini e Martina La Ragione con “Will”, che presenteranno i loro spettacoli per la prima volta al pubblico, il prossimo febbraio 2012 nel corso dell’ottava edizione del Festival Equilibrio.

Michela Romoli