Home Cultura

Reti, muri e confini: l’Europa e la migrazione

SHARE
open migranti

Al CSOA La Strada la proiezione di ‘La lunga marcia’ di Amedeo Ricucci

Solo nell’ultimo anno, più di 740mila persone (dati UNHCR aggiornati al 31 ottobre) sono arrivate in Europa attraversando le acque del Mediterraneo. Il flusso di migranti che passando per i Balcani, per la Spagna o per l’Italia cercano di raggiungere i Paesi dell’Europa settentrionale sta assumendo il peso di un evento di proporzioni storiche.

In 3 “INCONTRI MIGRANTI” al CSOA La Strada ( Garbatella Via Passino 24) si affronterà il tema della migrazione sotto tre diverse prospettive e ribadendo e rivendicando il diritto al movimento di ogni essere umano.

Venerdì 13 Novembre alle ore 18, nel primo incontro RETI, MURI E CONFINI: L’EUROPA E LA MIGRAZIONE si parlerà delle politiche europee in materia di migrazione, partendo dagli spunti suggeriti dal Road movie LA LUNGA MARCIA del giornalista RAI Amedeo Ricucci. Il giornalista Rai ha seguito il cammino dei profughi siriani lungo i Balcani. Il suo road movie racconta “da dentro” quello che vivono i protagonisti di questo esodo epocale.

Il suo documentario e le testimonianze dell’Open Borders Caravan ci racconteranno con occhi e con voci diverse le storie dei migranti bloccati ai confini dell’Ungheria, della Croazia, o al confine ligure; quei migranti che mettono a nudo l’inadeguatezza delle politiche migratorie, delineando non, come molti la chiamano, “la crisi dei migranti”, ma “la crisi dell’Europa” incapace di accogliere le persone in un modo umano e sensibile. Prenderà parte all’incontro anche l’avvocato dell’Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione (ASGI) Salvatore Fachile.

(Foto Internazionale)