Home Cultura

SATURNO BUTTÒ: ANTICONVENZIONALI RIELABORAZIONI CLASSICHE

SHARE

L?irriverente artista veneziano espone le sue opere alla Galleria Mondo Bizzarro

Prepotente sensualità e disorientamento sono l?eccezionale mix che Saturno Buttò utilizza come ingrediente principale dei suoi dipinti.

Visitabile fino al 3 giugno la sua mostra personale, sita alla Galleria Mondo Bizzarro, raccoglie alcune delle sue opere recenti e non, che rivisitano il sacro mescolandolo con il profano, rendono le donne soggetti erotici e personaggi praticanti audaci schemi sessuali, spesso violenti ed estremi, ma che sicuramente non passano inosservati.

Il corpo è il fulcro dello studio dell?originale artista veneziano, perennemente al centro della scena,  spesso rappresentato da donne maggiorate con i seni scoperti, simboli di fertilità e sensualità infinita. La fisicità ostentata, appunto, viene vista come simbolo sacro, spesso vestita solo di pesanti mantelli che creano un intrigante gioco ?vedo-non vedo? o esposta su una scena corredata di simbologie particolari, spesso chirurgiche, quasi a voler decontestualizzare gli stessi oggetti universalizzandoli a icone delle debolezze umane e dello stato di sofferenza e inquietudine perenne in cui l?uomo (e spesso, la donna) vive.
 

Lo stile pittorico di Saturno Buttò rimarca una formazione classica, volta alla realizzazione quasi fotografica del corpo, rivisitata con colori forti, scuri, spesso sanguigni. Abbiamo così ritratti meravigliosamente realistici immersi in scene che strizzano l?occhio al satanismo, all?horror, al bondage, al blasfemo.
Un artista fortemente iconografico che riesce a trasmettere, attraverso la perfezione pittorica affiancata a rappresentazioni più o meno scioccanti, originalità e magnetismo.
In una società dove la trasgressione è oramai un imperativo, Saturno Buttò la utilizza  con dimestichezza che coraggio, affrontando tematiche scomode (la religione, la sessualità e la medicina) che genericamente toccano ogni persona. E fotografa il mondo moderno attraverso i suoi toni anticonvenzionali che spiazzano e stupiscono lo spettatore.
Per maggiori informazioni sull?artista potete visitare il suo sito personale saturnobutto.com

Mondo Bizzarro Gallery

via Reggio Emilia 32 – Roma
Orari: dal lunedi? al venerdi? 11.30 – 19.30
Ingresso libero

Serena Savelli