Home Cultura Teatro

Amore non essere geloso

SHARE
teatro amore geloso

Una pièce dai toni ironici che esplora il sentimento della gelosia

“La gelosia, più la scacci e più l’avrai”, cantava pochi anni fa Adriano Celentano; qualche secolo prima un maestro dell’indagine della sfera emotiva come Shakespeare che, in un periodo probabilmente non brillantissimo della sua vita, invece la vedeva proprio come un “mostro verde che dileggia le carni di cui si nutre”. La gelosia è, forse, uno dei sentimenti che più di tutti ha ispirato e dato vita a capolavori immortali della storia del teatro, sia nella forma dei drammi che in quella delle commedie degli equivoci. Partendo da questo grande ed eterno spunto, Andrea Zanacchi, con la regia di Marco Simeoli, mette in scena una commedia brillante sulla gelosia che dipana le sue trame narrative da un fusibile saltato e tutte le implicazioni, fantastiche e reali, che un piccolo episodio come questo può comportare nella storia di un equilibrio labile tra gli eccessi. Sullo storico palcoscenico del Teatro de’ Servi, dal 29 novembre al 18 dicembre, “Amore non essere geloso” è una pièce dai toni ironici che, attraverso le vicende di due coppie di amici, esplora il sentimento della gelosia. Due uomini esageratamente gelosi, ma consapevoli del loro problema, si atteggiano a forti e sicuri, negando in ogni momento l’evidenza, fino a toccare apici di esilarante follia. Due donne decise e determinate, senza alcun dubbio mai sfiorate da questo sentimento, nelle cui mani è affidato il buon esito delle loro storie d’amore. Un fusibile saltato instillerà un dubbio, era un bacio traditore o solamente un’ombra? Attraverso il realismo che fuoriesce dal canovaccio lo spettatore verrà catapultato nell’indagine di un sentimento che, chi più e chi meno, ha sfiorato tutti almeno una volta nella vita, infatti, proprio l’immedesimazione del pubblico, sorretta e coadiuvata da una comicità da toni elevati, è alla base della commedia. Grazie alle interpretazioni della Compagnia del Velluto Rosso, composta da Manuela Bisanti, Daniele Derogatis, Giampaolo Filauro ed Elena Mazza, gli spettatori si sentiranno parte dell’opera, riconoscendo se stessi negli atteggiamenti di uno o nelle paranoie dell’altro.

Teatro de’ Servi
Via del Mortaro, 22 (angolo Via del Tritone)
Info e Prenotazioni: 06 6795130 o www.teatroservi.it
Biglietti: Platea 22€, Galleria 18€
Orari: mar-ven: 21, sab: 17:30 e 21, dom: 17:30

Marco Etnasi