Home Cultura Teatro

Certo che il latte delle mucche svizzere … E’ un’altra cosa! (da Napoli a Roma, passando per Berlino)

SHARE

Il nuovo spettacolo di Fabian Grutt e Daniele Giakketta all’Accento Teatro dal 2 al 5 dicembre.

Leggendo un nome del genere, Fabian Grutt, si sarebbe portati a pensare a un ragazzotto biondo alto e con un accento bavarese. Quasi tutto coincide se non fosse che dire Fabian Grutt equivale a dire napoletanità, di quella più caratteristica e marcata, genuina, non temperata ma arricchita da origini parentali d’oltralpe. Da questo si intuisce già il senso e il motivo di un titolo tanto chiaro quanto intrigante come quello del nuovo spettacolo del cabarettista partenopeo, scritto in collaborazione con Daniele Giakketta e la cui regia è affidata a Valerio Grutt, dove il comico nato stanco che abbiamo imparato a conoscere sui palchi della capitale, è protagonista assoluto. Un viaggio attraverso l’Europa grazie ai suoi monologhi, a racconti che sconfinano nel vagheggiamento del giovane talento pigro e un po’ trasognato capace di restituire episodi di vita vissuta con una carica comica irresistibile. La domande e le risposte di un giovane napoletano trasferitosi a Roma, l’opportunità di vivere in Germania, le sue manie e i chiodi fissi verranno portati in scena con la proverbiale sagacia, in un flusso costante di ilarità e umorismo intelligente, a cui non si potrà resistere.

Informazioni:
Certo che il latte delle mucche svizzere … È un’altra cosa! (da Napoli a Roma, passando per Berlino)
Dal 2 al 5 dicembre
Accento Teatro
Via Gustavo Bianchi 12 (Testaccio)
06/ 57289812

Mara Rosa Ferrario