Home Cultura Teatro

Della vita nel teatro e del teatro nella vita

SHARE

France Théatre, un modo originale, naturale e ludico di imparare il francese, per immergersi nella cultura e capire la lingua.


Il France Théâtre, che collabora dal 1998 con Il Centre culturel Saint-Louis de France dell’Ambasciata di Francia presso la Santa Sede, ha ottenuto il Label Europeo dai Ministeri del Lavoro e dell’Istruzione per la promozione dell’insegnamento e l’apprendimento delle lingue. Nel cuore di Roma, accanto a San Luigi dei Francesi, propone corsi di recitazione in lingua, organizza laboratori di teatro per adulti e bambini, attraverso lo studio di testi classici e moderni. Laboratori per bambini dai 3 ai 5 anni, con giochi, maschere, musica; dai 6 ai 13 con approfondimenti sul teatro, il canto, la danza e con la realizzazione finale di una commedia musicale. Corsi per ragazzi dagli 8 ai 14 anni, durante i quali i grandi classici del cinema francese, vengono rivisitati e recitati di nuovo, filmati dai giovani studenti. Diversi sono anche i corsi per adulti: “La Scène”, un primo approccio concreto al teatro e alla lingua francese attraverso la respirazione, la dizione, la fonetica e la successiva costruzione di un personaggio in una scena tratta dal repertorio classico e moderno del teatro francese, presentate al pubblico alla fine di ogni sessione; “Le spectacle”, dove l’allievo entra a far parte della troupe del Teatro francese di Roma e partecipa ad una settimana di rappresentazioni nel mese di maggio; “La Chanson Française”, un atelier musicale per interpretare in modo personale le melodie dei grandi cantautori della scena musicale francese di ieri e di oggi, conosciuti in tutto il mondo.
“Niente potrà sostituire il fatto di vivere nel paese, di essere costantemente confrontati a delle situazioni reali, sollecitati da stimoli esterni, per capire una lingua, la sua cultura, il suo popolo. Il teatro rispecchia momenti di vita ed immerge l’attore nel più profondo della coscienza popolare”, spiega Frédéric Lachkar, direttore del Teatro.
Per questo, il France Théâtre realizza ormai da 12 anni spettacoli in lingua francese, registrando un successo assoluto: spettacoli didattici per il pubblico scolastico italiano, nuovi, formativi e sempre attuali da proporre di anno in anno e portare in un numero sempre crescente di città. L’obiettivo è sempre infatti quello di dare la possibilità ad ogni docente di lingua francese d’Italia di poter approfittare delle matinées teatrali all’interno del suo percorso didattico, indipendentemente dalla posizione geografica. Proprio per questo motivo resta fermo l’impegno a privilegiare anche i piccoli centri, in cui il supporto di docenti motivati diventa fondamentale per il successo dell’iniziativa. Più di venticinquemila gli studenti che  lo scorso anno hanno partecipato attivamente e con entusiasmo agli spettacoli “1968” e “Montmartre”.
Questa undicesima stagione ha in programma due nuove creazioni: “Saint germain des Prés”, sull’epoca di Sartre, de Beauvoir, Boris Vian, e “Brocéliande” sul medioevo. Il primo è diretto da Frédéric Lachkar, con Stefano Indino al pianoforte, fisarmonica, sassofono, Pino Iodice alla chitarra jazz, Matteo Di Francesco alla batteria, e Flavia Ostini al contrabbasso: 75 minuti, in scena a Roma dal 7 marzo 2011 al 10 giugno 2011. Brocéliande, 60 minuti sempre per la regia di Frédéric Lachkar, resterà a Roma dal 25 ottobre 2010 al 25 febbraio 2011, con Aline D’Andrea (Carabistouille la Sorcière), Isabelle Seleskovitch (Morgane la Princesse-fée), Mario Fedele (Merlin l’Enchanteur). Un ciclo di rappresentazioni e una tournée in Italia, per continuare a diffondere un modo nuovo di apprendimento, lontano dai consueti libri di grammatica, per favorire uno scambio continuo tra Roma e Parigi.

Informazioni:
www.theatrefrancais.it

Ilaria Campodonico