Home Cultura Teatro

Filumena Marturano al Teatro Quirino

Lo spettacolo andrà in scena nello storico teatro romano fino al 29 gennaio

SHARE

Definita come “lo spettacolo dell’anno”, l’edizione di Filumena Marturano che sta andando in scena in questi giorni al Teatro Quirino (fino al 29 gennaio) è un’interpretazione dell’opera di Eduardo De Filippo in totale autonomia espressiva, senza imitazioni del grande autore-attore. Lo spettacolo, che registra ad ogni replica ben 6 minuti di applausi e standing ovation, è una delle commedie italiane del dopoguerra più conosciute e rappresentate all’estero, centrale nella produzione di De Filippo, collocandosi tra i primi testi di quella “Cantata dei giorni dispari” che, a partire da “Napoli milionaria!”, raccoglie le opere più complesse e problematiche in cui si riversano i drammi, le ansie e le speranze di un Paese e di un popolo sconvolti dalla guerra.

“Filumena e Domenico sono al centro di un problema etico antichissimo e sempre attuale – ha scritto nelle note di regia Liliana Cavani – di chi sono i figli, i figli nati fuori dal matrimonio? Al tempo di questa scrittura (1946), la legge non proteggeva questi ‘figli’ considerati ‘illegittimi’ (fuori dalla legge), una legge ferma al Medioevo. Filumena vi si ribella con la lucidità e una forza così generose da riuscire a trascinare l’ignaro borghese Domenico a capire il valore degli affetti fondamentali delle nostre vite. Sono stata fortunata ad avere due attori perfetti per il ruolo. Mi ci sono appassionata ed ho lavorato con la felicità che provo con i film”. Nel dramma di Filumena, che rifiuta di rivelare all’amante quale dei tre figli da lei messi al mondo sia suo, De Filippo rappresenta un’allegoria dell’Italia lacerata e in larga misura depauperata anche moralmente, a prefigurarne la dignità e la volontà di riscatto.

Lo spettacolo ha debuttato in prima nazionale al Festival dei 2 Mondi di Spoleto 2016. La regista Liliana Cavani offre una indimenticabile prova al suo debutto nella prosa, dialogando magicamente con Eduardo De Filippo. Mariangela D’Abbraccio (Filumena Marturano) appare al massimo delle sue capacità d’attrice, Geppy Gleijeses (Domenico Soriano) in stato di grazia.

Sabato 14 gennaio si terrà il settimo appuntamento di “Teatro Quirino Incontri”, una serie di pomeriggi pensati per chi desidera arricchire l’esperienza teatrale attraverso la visione di pellicole sugli spettacoli della stagione in corso. La proiezione di Filumena Marturano di Eduardo De Filippo (1951) si terrà alle 16:30. Ingresso libero (fino a esaurimento posti). Seguirà un approfondimento con Geppy Gleijeses.

Teatro Quirino
Via delle Vergini, 7 – 00187 Roma
Orari: mar-sab: 21 / dom: 17 (12-18 e 25 gennaio: 17 / 21 gennaio: 17 e 21)
Prezzi: interi da 13 a 34 euro /ridotto da 12 a 31 euro
Botteghino: 066794585 – biglietteria@teatroquirino.it
Segreteria: 066783042 (int.1) – segreteria@teatroquirino.it
www.teatroquirino.it