Home Cultura Teatro

Il Giardino dei Ciliegi al Teatro Ambra

SHARE
logo teatro ambra

Il grande capolavoro della drammaturgia russa firmato Anton Cechov, al Teatro Ambra di Garbatella

Considerata da molti l’opera più intensa del prolifico scrittore russo, il Giardino dei Ciliegi è vittima, dall’istante della sua creazione, quasi cento anni fa e a soli sei mesi dalla morte del suo autore, di un atroce equivoco che l’ha portata ad essere inscenata per la quasi totalità della sua esistenza in una versione non conforme all’originale. L’intenzione di Cechov, infatti, che aveva consegnato il manoscritto per la sua messa in scena al grande maestro Stanislavskij, era quella di dar vita ad una commedia dai toni leggeri, scherzosi e quasi farseschi ambientata nella Russia dei grandi cambiamenti a cavallo tra la fine del 1800 e l’inizio del 1900. Il regista e maestro moscovita, invece, ricevuta la piece, la tramutò in una tragedia dalle forti connotazioni politiche consegnandola in queste drammatiche vesti alla storia del teatro moderno, facendo, così, perdere le tracce della leggerezza tipica del genere della commedia voluta dall’autore. Dopo quasi un secolo di mistificazione, a parte qualche sporadica eccezione, Claudio Boccaccini, florido regista romano, prova a ridare vita alla trama originale. Intento del regista è quello di recuperare tutti quegli aspetti bislacchi, bizzarri e divertenti che pervadono l’opera e i suoi protagonisti. Con Silvia Brogi, Antonio Conte e Paolo Perinelli, dal 19 al 30 ottobre al Teatro Ambra, si potrà quindi vedere una versione molto simile a quella originale, uno dei pochi esempi di commedia nell’enorme bibliografia del maestro della drammaturgia e della scrittura Anton Cechov. Consigliato.

Teatro Ambra
fino al 30 ottobre
Piazza Giovanni da Triora, 15
Info e prenotazioni: 06/ 81173900
info@ambragarbatella.com
www.teatroambra.it

Marco Etnasi