Home Cultura Teatro

“La Spallata” @ Teatro Anfitrione: una commedia da non perdere

SHARE

Una straordinaria commedia in dialetto romanesco quella scritta da Gianni Clementi in scena fino al 24 marzo al Teatro Anfitrione a Roma. Alla fine dello spettacolo verranno raccolti fondi per l’associazione Mary Poppins che opera nel reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico Umberto I.

Vivere nell’Italia degli anni ’60 non deve essere stato facile. Il paese, uscito massacrato dalla seconda guerra mondiale comincia piano piano a riprendersi e lasciarsi scappare la possibilità di approfittare del boom economico è da sciocchi. Soprattutto se provieni da una famiglia di proletari, un nucleo familiare allargato in cui zii, cugini, fratelli e sorelle sono costrette a vivere sotto lo stesso tetto. È da quando i due capofamiglia sono morti che tutto sembra essere più grigio, in una casa in bianco e nero dove si sta stretti e i lavori di manutenzione per rendere abitabile il piano superiore si sono bloccati, come congelati in rispetto dei lutti. Una casa dove prima regnava il colore e dove ci si era concessi addirittura di avere il bagno con la vasca e non il classico gabinetto nell’orto.
Ed è così che due fratelli e un cugino si improvvisano imprenditori di onoranze funebri.
Ma quante sono le cose a cui pensare e per le quali i soldi non bastano? Un vestito elegante per cominciare ma anche un bel carro funebre. L’esperienza scarseggia ma a sopperire la mancanza c’è tanta volontà. Tra litigi e battibecchi, azzuffate e gag divertenti, ecco che i protagonisti si fiondano in questa avventura, breve ma intensa, che darà avvio ad una serie rocambolesca di eventi che porteranno le due famiglie ad essere coinvolte in numerose disavventure. Niente di eclatante, solo la realtà.
Quella realtà cruda e vera, quella che fa ridere e commuove allo stesso tempo, quella intrecciata con gli avvenimenti storici. Sul palco non mancano le figure femminili. Le tre donne in scena più che veri e propri personaggi sembrano incarnare comportamenti: la rassegnazione della vedova, la praticità di una madre che si accontenterebbe di un figlio spazzino dallo stipendio modesto, e una giovane donna, aspirante attrice che invidia l’eleganza di Jaqueline Kennedy e sogna ad occhi aperti quando la vede sbarcare a Roma dal televisore in bianco e nero appena acquistato.
In primo piano, oltre ai personaggi, gli avvenimenti storici che come un orologio scandiscono il tempo e i gli umori dei protagonisti dello spettacolo.
Promosso a pieni voti insomma “La Spallata”: un testo di spessore e un cast d’eccezione quello della Compagnia del Delfino.

Da sempre vicina alle tematiche sociali, alla fine di ogni spettacolo dalla sua fondazione nel 1997, la Compagnia del Delfino raccoglie fondi da destinare all’Associazione Mary Poppins che da anni offre un servizio volontario e gratuito per tutti i bambini ricoverati nel reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico Umberto I di Roma.
Motivo in più questo per andare a vedere uno spettacolo assolutamente da non perdere.

 

 

Anna Paola Tortora

 

Info:

Titolo: LA SPALLATA
Autore GIANNI CLEMENTI
Teatro: TEATRO ANFITRIONE – via di San Saba, 24, Roma
Date: DAL 8 AL 24 MARZO
www.compagniadeldelfino.it
Per le prenotazioni clicca qui.

Attori:
vincenzo CICERO
antonio DIGIROLAMO
serafino FILONI
fortunata ISOPI
antonio m. MONACO
michela ROSSITTI
fiammetta VENEZIANO

Regia: GIULIANO BARAGLI

Tecnici:
musiche originali: Adriano Piva
scenografia: Gabrio Bianchini
auto scenografa: Mina Perniola
luci: Fabio Volpi
suoni: Riccardo Compagnucci
segretaria di produzione: Mariangela Ghiani
direzione di scena: Stella Monaco
grafica: Antonio M. Monaco
ripresa video: Luigi Lelli, Sara Lelli e Marco Conti