Home Cultura Teatro

Le arti performative e la città: “Attraversamenti Multipli”

SHARE
attrmultipli

Torna Attraversamenti Multipli

Quest’anno il festival dedicato al teatro e a tutte le arti performative si svolgerà fino all’11 ottobre in cinque luoghi diversi, dividendosi tra il Pigneto, in particolare l’area pedonale, la Biblioteca Mameli e la Centrale Preneste Teatro e il Quadraro, dove ad essere coinvolti nella rassegna saranno l’isola pedonale di Largo Spartaco e il Garage Zero. Otto giorni di una programmazione fitta, dal respiro più internazionale che mai, come testimoniato dalla collaborazione con Contact Zones, progetto basato sull’interazione tra street art e arti performative supportato dal programma Europa Creativa dell’Unione Europea e dove l’obiettivo di Margine Operativo è sempre lo stesso: far comunicare arte e città. Per fare questo sono state pensate iniziative molto diverse tra loro, tra spettacolo, formazione, incontri e live performance. La prima parte della rassegna si è svolta al Pigneto mentre la seconda parte, dall’8 ottobre approderà al Quadraro. A Largo Spartaco, Instabili Vaganti e il gruppo austriaco Lalish Theaterlabor daranno vita a una performance urbana, “Metropolis”, atto conclusivo di un percorso di studio condotto con 43 tra attori e danzatori incentrato sulla scomparsa dei 43 studenti messicani di Ayotzinapa, desaparecidos del terzo millennio, vittime del narcotraffico e dello Stato. La prima serata sarà dedicata al cinema di Margine Operativo con “Cervelli in fuga molto strani”, “Riscatto precario” e “Torpignatown”, tre lavori caratterizzati dai toni ironici che aprono spazi di riflessione su quello che ci sta attorno, storie di uomini e di città. Il calendario si svilupperà per i successivi quattro giorni attraverso spettacoli di ogni tipo fino a Metropoli Meravigliosa, grande performance interdisciplinare realizzata il 10 ottobre al Garage Zero, in cui la città racconterà se stessa attraverso musica, poesia, fumetto e teatro, un evento in cui convergeranno tutte le energie che animano Attraversamenti Multipli fino ad esplodere. E sulle esplosioni si basa lo spettacolo finale della rassegna (12 ottobre), “Mr Bang”, che arriva direttamente dal Regno Unito con il suo clown scoppiettante capace di far riflettere sulla paura. 15 anni di storia e Attraversamenti Multipli resta una delle rare occasioni per vedere come l’arte, creata negli spazi della città, interviene concretamente sulla società, raccontandola e cambiandola.

Attraversamenti Multipli
fino all’11 ottobre
www.attraversamentimultipli.it
info@attraversamentimultipli.it
349/25 02 400 – 328/41 42 223
Stefano Cangiano

SHARE