Home Cultura Teatro

Roma Fringe Festival, serate conclusive

SHARE

Volge al termine la manifestazione Roma Fringe Festival: il 14 luglio con Francesco Montanari e il 15 luglio con le migliori compagnie off. E arriva anche l’invito ufficiale dal Fringe di Edimburgo per la World Fringe Society. A darne notiza un comunicato che pubblichiamo.

Dopo tre settimane fitte di teatro e incontri, il Roma Fringe Festival si conclude con le due giornate di sabato 14 e domenica 15 luglio, sempre a Villa Mercede.

Sabato 14 luglio si comincia alle 18.30 con la Lunga Marcia della Memoria, il Teatro contro le Mafie, poi a seguire come sempre i 2 migliori spettacoli della settimana e infine il reading Deliri, desideri, distorsioni di Francesco Montanari.

Domenica 15 invece, spazio alle 3 migliori compagnie votate da una giuria di critici e addetti ai lavori. Una serata che, a partire dalle 20.30, sarà completamente dedicata al Teatro Off di qualità, per dare visibilità alle giovani compagnie teatrali.

Critici, addetti ai lavori, studenti, famiglie, appassionati di teatro, abitanti del quartiere…in sole 3 settimane il Roma Fringe Festival è riuscito nell’intento di portare e riportare a teatro un pubblico che da tempo aveva perso l’abitudine, proponendo spettacoli di qualità e invitando la cittadinanza a farsi partecipe di un movimento off da valorizzare.


Il Roma Fringe Festival si conferma così un’esperienza unica nel suo genere nel panorama italiano e in puro stile “Fringe”, tanto da poter rispettare l’invito ufficiale a presentare il suo modello virtuoso durante il World Fringe Society Congress, questa estate, naturalmente a Edimburgo.


“Ricevere l’invito dall’organizzazione del Fringe storico di Edimburgo per parlare della versione italiana e capitolina” racconta il coordinatore Davide Ambrogi “è stata una sorpresa non da poco, soprattutto considerando che il Roma Fringe Festival, oltre a essere al suo primo anno, non gode di fondi pubblici e nasce dalla buona volontà di un gruppo di ragazzi (il più grande ha 36 anni) staccati da ogni circuito, forte solo di un grande bagaglio di esperienza in Italia e all’estero. Se non bastasse il riconoscimento dei media e del pubblico, quest’invito ci conferma che siamo sulla strada giusta per portare una ventata di freschezza in una situazione logora che tra piccole lobby e grandi pachidermi blocca le giovani compagnie ormai da anni”.

 

Il Roma Fringe Festival è organizzato e promosso da FRINGE ITALIA, NERO ARTIFEX, LA CATTIVA STRADA, TEATRO STUDIO UNO, MAIA
con il Patrocinio di: MUNICIPIO ROMA III e BIBLIOTECHE DI ROMA

Per saperne di più: www.fringeitalia.it