Home Municipi Municipio IX

All’Eur 300 mq destinati al coworking

SHARE
combinazione creativa

Pubblicato l’avviso pubblico per la gestione di “Combinazione creativa” il primo spazio di coworking nel Municipio IX

 

IL NUOVO PROGETTO – prevede la costruzione di una sede con 6 postazioni per il coworking, una sala formazione ed una galleria espositiva, il tutto in uno spazio di 300mq ricavati in un’ala della ex scuola di via Comisso 24 nel quartiere Ferratelle all’Eur. È la Giunta del Municipio IX a stabilire che, quanto immaginato in campagna elettorale dal Presidente Santoro, diverrà realtà, con l’approvazione dell’avviso pubblico consultabile sul sito www.romanove.it in scadenza il prossimo 19 maggio.

LA PARTECIPAZIONE – aperta fino alla alla scadenza del bando, è stata spiegata dal Presidente del Municipio IX, Andrea Santoro: “Fino al 19 maggio tutti potranno partecipare all’avviso pubblico per la gestione di questo spazio che darà la possibilità ai ragazzi e ai professionisti di poter lavorare insieme in un luogo che avrà una vocazione fortemente innovativa”. Uno spazio di lavoro a costi contenuti, è questa la ricetta del Municipio IX, per far fronte alla difficoltà di fare impresa: “In un momento di crisi come questo –sottolinea il Presidente – dare la possibilità a tanti di poter allestire la propria postazione di lavoro e i servizi associati a non più di 200 euro al mese è un segnale importante. Inoltre nascerà uno scambio di competenze e creatività: la ‘combinazione creativa’ sarà anche lo scambio di competenze con il Municipio. I professionisti che lavoreranno nel coworking offriranno al Municipio la propria creatività per le campagne di comunicazione istituzionali”.

UNA ‘COMBINAZIONE CREATIVA’ – è quanto spera di animare il Presidente Santoro con questa iniziativa: ““La Combinazione Creativa è quello che noi intendiamo per patrimonio pubblico bene comune: dopo il censimento che abbiamo fatto nei mesi scorsi vogliamo dire basta ad una malagestione dei locali pubblici com’era nel passato – conclude – vogliamo dare spazio ai talenti del Municipio, vogliamo luoghi dove ognuno contribuisce economicamente, vogliamo scambio di competenze. Oggi sembra una rivoluzione ma vogliamo che in questo Municipio diventi la normalità”.