Home Municipi Municipio IX

Antennna Casal Brunori: dal Municipio l’ordinanza di sospensione

SHARE
antennacasalbrunori2

Verrà presentata in autotutela la richiesta di ritiro dell’autorizzazione

 

L’ANTENNA – torniamo a parlare della vicenda della stazione radio mobile in via Maestrini nel quartiere di Casal Brunori. Ad occuparsi della vicenda è stato interessato, il 6 agosto, il consiglio del Municipio IX attraverso una mozione presentata in prima istanza dal consigliere della Lista Marchini, Vincenzo Vecchio. Alla mozione si è aggiunto un Ordine del Giorno della maggioranza, ma dopo la sospensione della seduta si è giunti ad un documento condiviso che sia espressione di una più ampia base politica.

LA MOZIONE – Impegna il Presidente del Municipio IX, Andrea Santoro, porre in essere un’ordinanza sospensione dell’attività dell’antenna. Presentando anche richiesta in autotutela per il ritiro dell’autorizzazione a causa del mancato del parere dell’Arpa (in quanto l’impianto per cui l’arpa ha dato l’autorizzazione iniziale non è quello installato).”Stiamo affrontando un problema annoso che non deve avere un colore politico – spiega il consigliere della Lista Marchini al Municipio IX, Vincenzo Vecchio – Oggi stiamo facendo un’opposizione costruttiva per risolvere un problema dei cittadini. Abbiamo tutti ritirato il nostro ordine del giorno per siglarne un terzo che è frutto dell’accordo fra i vari gruppi politici. È un documento incisivo che permette di portare avanti un atto forte”.

L’INTERVENTO – dei cittadini è stato permesso durante la sospensione della seduta, dando modo ai residenti di presentare la problematica al di fuori dei meri dati tecnici e urbanistici su cui i consiglieri sono chiamati a pronunciarsi. Forte la componente emotiva degli interventi che hanno richiamato prima di tutto la pericolosità dell’impianto per la salute dei più piccoli: “A nome cittadini ringraziamo per questo atto profondamente giusto – sottolinea Mikaela Petrocchi, portavoce del Movimento No Antenna Casal Brunori – Da subito abbiamo espresso molta preoccupazione per salute dei nostri figli. L’antenna infatti è situata a pochi metri dal parco giochi e dal futuro asilo predisposto dal piano di zona. Ci impegneremo affinché il Comune finalmente si esprima e revochi l’autorizzazione concessa – conclude Mikaela Petrocchi – Questa antenna non è conforme al progetto e non crediamo che il Comune possa accettare questa violazione”.

Leonardo Mancini