Home Notizie Città Metropolitana

Ardeatina: con le telecamere i Tir si spostano su via di Porta Medaglia

Sembra impossibile arginare il fenomeno, dal territorio si torna a chiedere la segnaletica e i controlli dei Vigili

SHARE
divieto tir ardeatina

VIA ARDEATINA – Nel mese di agosto sono state finalmente installate le telecamere alla rotatoria di via della Falcognana. Operazione richiesta ed attesa da tempo che dovrebbe contribuire a disincentivare il passaggio dei mezzi pesanti in entrata e uscita da Roma. Riuscendo finalmente a far rispettare i divieti imposti su questo tratto di strada dal 2010.

PORTA MEDAGLIA – Le telecamere saranno attive non appena terminerà l’iter autorizzativo, ma già in questi giorni il traffico dei mezzi pesanti si è spostato su un’altra arteria: via di Porta Medaglia. Anche in questo caso parliamo di una strada in cui vige il divieto di transito per questi mezzi (in vigore dal 2013), ma sulla quale i segnali stradali che lo annunciano non hanno mai avuto vita facile. In due occasioni sono stati divelti e fatti sparire durante la notte a pochi giorni dall’installazione.


SICUREZZA STRADALE – La situazione non è passata inosservata, e molti cittadini hanno iniziato a lamentare l’incremento di traffico su una strada che non è assolutamente adatta a sopportarlo. Con un tracciato tortuoso e numerose curve cieche, unite alle carreggiate particolarmente strette e alla quotidiana presenza di animali in transito, il rischio che si verifichino incidenti, come già accaduto in passato, è piuttosto alto. “Nessuno fa rispettare questo divieto perché sono stati tolti i cartelli – spiega in un video postato su Facebook il consigliere Fdi in Municipio IX, Massimiliano De Juliis – Cosa aspettiamo ad installarli nuovamente? Su via Ardeatina sono state messe le telecamere, rimettiamo i cartelli e facciamo fare i controlli alla Polizia Locale – aggiunge rivolgendosi al Presidente del Municipio IX, Dario D’Innocenti – Abbiamo votato all’unanimità nel 2016 un documento, di cui sono primo firmatario, che richiedeva il ripristino dei cartelli e controlli della polizia con locale. Ma ancora non si vede nulla”.