Home Notizie Città Metropolitana

Ardeatina riaperta nei tempi, completato il ponte di Falcognana

Ora si guarda alle altre strade del quadrante e al divieto di transito per i Tir

SHARE

ARDEATINA – Il ponte ferroviaro di Falcognana su via Ardeatina è stato finalmente riaperto al transito. Il 30 settembre, come da cronoprogramma, le auto sono potute tornare a percorrere l’arteria nella sua interezza, senza dover allungare il loro percorso su strade adibite a viabilità alternativa. Da lunedì 1 ottobre poi, anche i mezzi pubblici sono tornati a percorrere la strada, superando i disagi dei residenti costretti all’utilizzo di una navetta, arrivata in ritardo e, come più volte segnalato, spesso guasta e inutilizzabile.

I DISAGI E LA RIAPERTURA – “Il rispetto dei tempi di esecuzione dei lavori ci sembra un atto dovuto verso tutti coloro che hanno subito i pesanti disagi derivanti da quest’importante intervento di messa in sicurezza di un’infrastruttura”, ha dichiarato i lpresidente della commissione Mobilità e consigliere municipale del M5s, Giulio Corrente. Mentre l’opposizione non manca di sottolineare che il rispetto delle tempistiche d’intervento, comunque considerate eccessive, non possono far dimenticare i disagi non mitigati causati da questo intervento: “Non avevamo creduto ad una possibile riapertura anticipata del sottopasso – afferma il consigliere di Fdi in Municipio IX, Massimiliano De Juliis – Anche se la data è stata rispettata, elemento di cui siamo ben felici, restano le tante difficoltà sostenute dagli automobilisti in questi mesi e dai commercianti della zona, che hanno visto ridursi drasticamente il loro volume d’affari. Tutto questo – aggiunge – si sarebbe potuto risolvere realizzando il bypass richiesto dai cittadini e dalle opposizioni, al quale c’è stata una netta opposizione della maggiornanza”.

I PROSSIMI PASSI – In questi mesi con la chiusura del ponte di Falcognana, c’è stato modo di concentrarsi maggiormente sullo stato delle arterie che sono state destinate ad accogliere la viabilità alternativa. Un flusso crescente di traffico, incanalato su strade come Porta Medaglia, non adatte a sostenerlo. Qualche piccolo intervento di sistemazione (anche se per un tratto troppo piccolo per essere soddisfacente) è già stato portato avanti da RFI prima della chiusura di via Ardeatina, ma dopo mesi di traffico inconsueto tutte queste arterie hanno certamente bisogno di interventi straordinari. Ma oltre a questo il lavoro dell’amministrazione locale dovrà tornare a concentrarsi sul rispetto del divieto di transito dei mezzi pesanti, una questione che va avanti dal 2013: “Dal mese di giugno stiamo lavorando per trovare una soluzione che possa risolvere in maniera definitiva (ma soprattutto condivisa con la Cittadinanza) questa problematica – spiega il presidente della commissione Mobilità, Giulio Corrente – Prossimamente incontreremo i Cittadini per presentare loro le soluzioni che ci sono state prospettate, nel rispetto delle normative vigenti a scanso di contestazioni delle sanzioni. Abbiamo intenzione di fare degli incontri anche con gli operatori, le associazioni di categoria e la Città Metropolitana – conclude Corrente – questo al fine di condividere e valutare un percorso per i mezzi pesanti”.

Leonardo Mancini