Home Municipi Municipio IX

Area verde di via Troiani: una storia diversa

SHARE
troiani parco

Nessun insediamento abusivo, ma resta necessario l’intervento

L’AREA VERDE DI VIA TROIANI – Il 3 febbraio scorso abbiamo pubblicato una segnalazione inviata alla nostra redazione da alcuni gruppi di Retaker’s dopo un sopralluogo in un’area verde di via Troiani al Torrino Nord. I cittadini rilevavano l’impossibilità di organizzare una pulizia partecipata vista la presenza di un insediamento abusivo. Vestiti lasciati ad asciugare e resti di cibo, è questa la situazione che si è presentata durante la visita degli attivisti. Ma la situazione sembrerebbe essere molto diversa rispetto a quanto appare. 

UNA STORIA DIVERSA – A raccontarci il resto della storia è la Coordinatrice di FI in Municipio IX, Laura Pasetti: “Stavolta non si tratta di un campo rom ne’ di una comunità di sfollati. Il parco in notevole stato di degrado appare come una vera e propria ‘casetta a cielo aperto’. I vestiti e le scarpette da bambino inquietano quasi quanto il contrasto tra quei pochi mq abbandonati e sporchi ed i palazzi signorili di Torrino Nord. Una signora del posto – seguita – mi spiega che tra quei cespugli abita una senza tetto, probabilmente italiana, che ha perso lucidità mentale dopo aver perso la sua famiglia. Ecco perché il letto sulle sterpaglie, i vestitini, i panni stesi ad asciugare su quelle che una volta erano altalene dedicate allo svago dei bambini”.

COME MAI NESSUNO INTERVIENE? – Nonostante la storia nettamente diversa, le domande cui arriva la coordinatrice municipale sono le stesse dei volontari di Retake: “L’amministrazione di prossimità si è accorta di cosa succede nei parchi del Municipio? – si chiede Pasetti – Via Troiani è solo uno dei mille esempi che rappresentano l’incuria di quel prezioso patrimonio pubblico ormai non più fruibile dai residenti, ed il problema è stato sollevato innumerevoli volte.

L’APPELLO – L’intervento in questo caso non deve essere soltanto di pulizia e bonifica: “Auspico che di fronte alle insistenti chiare e documentate denunce dei cittadini il Municipio si renda disponibile ad intervenire finalmente per la salvaguardia del verde pubblico e di chi merita attenzione da parte dei servizi sociali – conclude Laura Pasetti – Il territorio ha bisogno di questi interventi prima di tutto, e non possono ormai più rappresentare alibi la mancanza di risorse o la non conoscenza dei fatti”.

LeMa