Home Municipi Municipio IX

Buche: il Municipio IX fuori dall’emergenza in 10-15 giorni

Bandi ed interventi in emergenza. M5s: “Strade non in buona salute a causa della pluriennale inadeguata manutenzione”

SHARE
buche strade

LE STRADE IN MUNICIPIO IX – Soprattutto le aree periferiche del territorio municipale sono tra le più colpite dall’emergenza delle buche stradali. Oltre alla chiusura per il dissesto del fondo stradale di via Porta Medaglia, sono molte le situazioni critiche che i cittadini del Municipio IX hanno segnalato. Alcuni comitati di quartiere hanno anche diffidato l’ente di prossimità per ottenere interventi in tempi celeri, mentre si moltiplicano le segnalazioni che riguardano anche la riapertura di buche ‘tappate’ pochi giorni fa in emergenza. È il M5s in Municipio IX a prendere la parola per fare chiarezza sulle tempistiche e sulle difficoltà di intervento riscontrate nelle ultime settimane. “Siamo nel pieno di un’emergenza generata dal maltempo che ha devastato le strade del nostro Municipio, che in verità, già prima di questi eventi, non godevano di ottima salute a causa della pluriennale inadeguata manutenzione – si legge sulla pagina ufficiale del M5s locale – Al momento sulle strade del IX Municipio sono operative quattro squadre che si alternano garantendo sempre due squadre in attività durante il giorno e una durante la notte per le emergenze”.

INTERVENTI IN EMERGENZA – Al momento l’iter che viene seguito a livello municipale è chiaro, con la Polizia Locale, in particolare il IX Gruppo, che fornisce indicazioni su dove e come intervenire, a partire dai dati raccolti dalle segnalazioni dei cittadini e dalla presenza degli agenti sul territorio. Nella decisione dell’intervento, spiegano dal M5s, si tiene inoltre conto “dell’utilità pubblica e dell’incolumità dei cittadini”. L’Ufficio Tecnico municipale si occupa invece di definire le priorità: “a parità di ammaloramento – prosegue la nota dei penta stellati – hanno la precedenza le strade più trafficate, dove c’è passaggio del Trasporto Pubblico Locale e dove ci sono edifici pubblici come scuole, ospedali, e ASL”. Le condizioni metereologiche delle ultime settimane non hanno certo concorso alla risoluzione di questa emergenza. Dopo la nevicata di febbraio, i ritardi nell’affidamento degli interventi e il maltempo, molti degli interventi effettuati in emergenza non sono stati risolutivi. Sulle tipologie di lavori da effettuare proseguono gli esponenti grilli: “I più efficaci e duraturi sono quelli eseguiti con bonifica della voragine e asfaltatura a caldo, ma se c’è molta umidità o pioggia, è possibile solo l’intervento con asfalto a freddo la cui durata è di pochi giorni. A quest’ultima attività si ricorre solo dove è urgente rimuovere il pericolo, consci della necessità di dover reintervenire successivamente con asfalto a caldo e sigillatura”. Un doppio costo di intervento quindi, che viene affrontato solo nel caso di particolare urgenza. Altro tema riguardano i tempi entro i quali le strade del Municipio IX potrebbero tornare alla normalità: “Dato l’elevato numero di interventi da effettuare – si legge – per completare il lavoro è necessario un po’ di tempo, ma in considerazione che le squadre hanno già all’attivo oltre 300 interventi eseguiti, ottenuti con una media giornaliera piuttosto alta, pensiamo di uscire dall’emergenza buche entro dieci, quindici giorni al massimo, sempre che le condizioni metereologiche non siano di ostacolo”.

I FONDI NEL 2017 – Le difficoltà lamentate dai penta stellati non sarebbero da ricondurre unicamente alle avverse condizioni meteo, al ghiaccio o alla nevicata di febbraio: “Il piano emergenziale se da una parte risolverà il problema dei pericoli per la pubblica incolumità, dall’altra non risolve quello del diffuso ammaloramento stradale dovuto principalmente alla pluriennale mancata manutenzione”. La colpa starebbe anche nei mancati interventi degli anni passati, mentre nel 2017 si è cercato di intervenire con l’affidamento di quattro appalti. Il primo, risalente a luglio, riguarda la sorveglianza il pronto intervento e la manutenzione ordinaria stradale (€ 670.000,00). Il secondo, siamo a settembre, si concentra invece sulla manutenzione della viabilità, con un importo di 780.000,00 euro. Gli ultimi due appalti, rispettivamente per 250 e 350mila euro, riguardano ancora una volta la manutenzione e con essi, spiegano dal Municipio “sono stati rifatti completamente alcuni tratti di strada”. Inoltre, sempre nel 2017, è stato emesso un bando per 1.350.000,00 euro per la manutenzione straordinaria stradale. “Attualmente – seguita la nota del M5s – sono in corso le procedure di gara – e anche questi fondi serviranno per – rifacimenti completi di asfalto e parte del sottofondo”.

GLI STANZIAMENTI PER IL 2018 – Per quest’anno invece è già in esecuzione un appalto per la manutenzione di circa 700mila euro, mentre un secondo (si parla dello stesso importo del precedente) è attualmente in corso di presentazione. Ci sono anche fondi destinati alla manutenzione straordinaria: “Dopo anni che questo non avveniva – spiegano i grillini -è stato assegnato dal Campidoglio l’importo aggiuntivo di € 1.500.000,00. Infine – concludono dal Municipio IX – nell’ottica di un impiego ottimale delle risorse, è stato avviato un meccanismo virtuoso, preferendo, per le zone più ammalorate, il rifacimento di tratti di strada anziché la sola colmatura delle buche. Così facendo, nel tempo, diminuiranno le strade su cui intervenire in emergenza e aumenteranno i tratti di strada rifatti e ben manutenuti”.

LeMa