Home Municipi Municipio IX

Castel di Leva: il Centro Civico che non c’è

L’opera viene definita ‘infattibile’, così il quartiere resta senza luoghi di aggregazione

SHARE

CASTEL DI LEVA – È risultato ‘infattibile’ il Centro Civico di Castel di Leva in prossimità di Largo Montanari. Un’opera la cui progettazione e realizzazione non sarebbe nemmeno a carico dell’Amministrazione. Ad occuparsene sarebbe il Consorzio, nell’ambito dell’omologo toponimo. La notizia di questa bocciatura è stata data da Andrea De Priamo e Massimiliano De juliis, consiglieri di Fdi rispettivamente in Comune e Municipio IX.

IL CENTRO CIVICO – I due esponenti di Fdi hanno appreso della bocciatura durante l’ultima Commissione Urbanistica capitolina: “Il centro civico – affermano – è un’opera fondamentale per il quartiere che vede la mancanza di centri di aggregazione pubblici e di un parco giochi per bambini”. Purtroppo al momento non sono note le problematiche che hanno reso infattibile quest’opera. Maggiori informazioni si potranno avere soltanto durante le prossime sedute di commissione. “Per questo chiederemo con urgenza la convocazione di commissioni, sia in Municipio IX che in Assemblea Capitolina – hanno spiegato De Priamo e De Juliis – per affrontare immediatamente la problematica e trovare una soluzione condivisa al fine di far iniziare i lavori il prima possibile”.

LE ALTRE OPERE IN STALLO – Quella del Centro Civico è una vicenda che fa il paio con il progetto bloccato della scuola di Castel di Leva. Nel 2004 il Comune di Roma aveva manifestato la volontà di costruire una scuola materna con 3 sezioni nell’area all’angolo tra via di Castel di Leva e via Afredo Grandidier. L’iter è andato avanti, assieme al crescente bisogno di strutture scolastiche nella zona. Nel 2010 sembrava si potesse partire con il progetto. L’area indicata è stata recintata e sono partiti i rilevamenti archeologici. Poi all’improvviso tutto si è fermato.

LeMa