Home Municipi Municipio IX

Cecchignola: contro il cemento si mobilitano i cittadini

SHARE
Castello-della-Cecchignola-DSC04848

Tra nuove idee per la mobilità e dibattiti, continua la lotta contro le edificazioni

IL CEMENTO – Le nuove edificazioni su via della Cecchignola procedono rapidamente. Nonostante le opposizioni dei cittadini del quadrante non sembra ci sia una sponda cui aggrapparsi per non venire sommersi dalla colata di cemento da 40.000 nuovi abitanti. Con essi, secondo le stime dei comitati, dovrebbero arrivare anche 20.000 nuove automobili, che potrebbero mettere a serio rischio la mobilità del quadrante. Con le enormi difficoltà riscontrate dalle amministrazioni nella realizzazione delle già programmate rotatorie sull’Ardeatina, il congestionamento del quadrante non può che peggiorare

LE NUOVE IDEE – È con lo spirito di chi si mobilita per proporre, che i ragazzi dell’Associazione Attivamente Cecchignola hanno chiesto il parere dei loro concittadini sulle misure necessarie a non venire sommersi di traffico. “Non possiamo limitarci al ricorso contro le nuove edificazioni, c’è bisogno anche di idee per la mobilità, che risulta già oggi inadeguata – spiegano dall’Associazione – Per questo, con il sondaggio svolto nel quartiere Castello della Cecchignola negli ultimi mesi e l’assemblea pubblica del 7 Marzo scorso, abbiamo raccolto diverse proposte”. Tra queste c’è lo ‘sblocco dei Fondi del Patto di Stabilità’, per ottenere il raddoppio di via della Cecchignola, nonché la sostituzione dei semafori con delle rotatorie. Si parla poi di un collegamento con via Laurentina, da via Kobler a via dei Bersaglieri, aprendo anche al transito via dei Genieri. Per i cittadini di Cecchignola risulta poi essenziale ripensare tutto il sistema del trasporto pubblico e sostenibile sull’area. Si torna a chiedere il Filobus circolare (Tor Pagnotta-Cecchignola-Vigna Murata-Laurentina). Così come la pista ciclabile che tocchi i quartieri di Millevoi, Cecchignola, Fonte Meravigliosa e Colle di Mezzo. Oltre a queste misure si vuole sollecitare anche una razionalizzazione dei mezzi pubblici. Un servizio notturno, con la linea 721 che potrebbe diventare h24, il conseguente potenziamento delle linee 721-763 e una fermata della linea 218 su via Zanetta.

IL DIBATTITO – Intanto la battaglia di cittadini e comitati per la salvaguardia dell’Agro Romano dalle nuove edificazioni non si ferma. Per venerdì 27 marzo alle ore 17,30 è infatti previsto un dibattito nel Teatro della scuola media di via Drago a Fonte Meravigliosa. L’incontro, organizzato dall’Associazione La Vigna e dal Coord. Agro Romano Bene Comune, è pensato per far conoscere le bellezze del territorio. “Non solo area verde di incredibile pregio naturalistico-ambientale – spiegano gli organizzatori – il Fosso della Cecchignola rappresenta il cuore vivo di tutto il quadrante, un luogo di socializzazione e per attività sportive. Nonostante i passati tentativi di trasformarlo in superstrada, il Fosso ha resistito agli attacchi del cemento, grazie alla partecipazione attiva dei cittadini che non lo hanno mai abbandonato – concludono – Adesso è il momento di tutelarlo definitivamente”.

LM