Home Municipi Municipio IX

CITTADINI E MUNICIPIO UNITI: L?ANTENNA CAMBIA POSTO

SHARE

Dal Torrino al Castellaccio. Il viaggio di un?antenna dopo le proteste di suore e abitanti per  la tutela dei più piccoli. Ma si può veramente parlare di vittoria?
Tornati dalle vacanze, la redazione di questo giornale è avvertita della probabile comparsa dell?ennesima antenna di telefonia mobile in prossimità di una scuola.

Ormai senza più stupore (la nostra città vanta il triste primato di ben 2800 antenne) ci siamo informati sul caso. Ancora una volta tutto sembrava  rispettare gli schemi.  Programmata quando i più sono in vacanza, a metà agosto, su un edificio di proprietà Enasarco, l?antenna sarebbe spuntata nelle vicinanze della scuola francescana Santa Chiara, precisamente in via Caterina Troiani del quartiere Torrino, al numero civico 244.

La scuola è gestita da suore che, all?indomani della notizia, hanno protestato vivacemente per non permettere che l?antenna e le sue onde elettromagnetiche potessero danneggiare i loro alunni, 400 bambini con classi che vanno dalla materna alla scuola media. Una preoccupazione alla quale hanno risposto immediatamente Andrea De Priamo, presidente della Commissione Ambiente del Comune di Roma, e Maurizio Cuoci, Assessore all?Ambiente e Territorio del Municipio XII: ?I cittadini del Municipio XII possono stare tranquilli poichè faremo di tutto per garantire la loro salute. Sono già in atto tutte le dovute verifiche circa la realizzazione dell?antenna di telefonia mobile in via Caterina Troiani.

Chiederemo immediatamente la sospensione dei lavori per dar corso a tutte le valutazioni del caso?. Le preghiere quindi sembrano aver funzionato. Il Presidente del  Consiglio del Municipio XII, Marco Cacciotti ci ricorda la prontezza di intervento della giunta che si è fatta interprete delle esigenze e delle istanze dei residenti : ?Lo scorso 11 Settembre la questione è stata dibattuta in Consiglio Municipale alla presenza di numerosi cittadini intervenuti. Abbiamo approvato all’unanimità una Risoluzione con cui il Consiglio ha impegnato il Presidente del Municipio XII Calzetta ad assumere le iniziative opportune per delocalizzare l’antenna nell’area del centro commerciale Euroma2. Si tratta di una decisione importante frutto della collaborazione e del dialogo instaurato con i cittadini e che dimostra l’attenzione di questa Amministrazione per un tema, quello delle antenne di telefonia mobile, particolarmente avvertito dalla cittadinanza. E per questo è quanto mai opportuno avviare un approfondimento serio che deve partire innanzitutto dalla revisione del protocollo di intenti sottoscritto alcuni anni fa tra il Comune di Roma e i gestori di telefonia mobile. Questo protocollo è assolutamente inefficace, non dota i Municipi di strumenti concreti per gestire la materia. Va pertanto cambiato e accompagnato da una piano complessivo di localizzazione delle antenne che eviti la eccessiva proliferazione di impianti, in particolare in prossimità dei siti sensibili?. Anche il consigliere Matilde Spadaro (Sinistra Arcobaleno), che da sempre si è dimostrata sensibile al problema dell?inquinamento elettromagnetico, ha dichiarato di essere soddisfatta della partecipazione dei cittadini e della nuova giunta a una battaglia che lei e il consigliere Vincenzo Vecchio del PD stanno portando avanti da diversi anni. Ricorda però che ancora molto c?è da fare.

?In consiglio regionale è ferma infatti una riforma dell?allora assessore all?Ambiente Bonelli che, prevedendo un maggiore coinvolgimento degli abitanti, ostacolerebbe gli accordi tra gli enti proprietari degli immobili e i gestori di telefonia mobile?. Speriamo allora che, in futuro, a smuoversi non siano più i cittadini ma riforme che a tutela di essi possano, una volta per tutte, far parlare di vittoria.

Arianna Adamo