Home Municipi Municipio IX

Contro i piccoli reati arriva il ‘Controllo del Vicinato’

SHARE
locandinavicinato1RID

Un progetto di ‘sicurezza partecipata’ per il Municipio IX

REATI DA ANNI ’80 – Qualche tempo fa scrivevamo della percezione che i cittadini hanno dello sicurezza in questa città. In particolare analizzavamo la revanche di reati da anni ’80, come il furto dei pneumatici, il ritorno alle droghe pesanti con il conseguente ritrovamento di siringhe nei parchi, ma anche piccoli scippi e rapine. Sono proprio questo tipo di reati che il vice presidente del Consiglio del Municipio IX, Massimiliano De Juliis, cita in apertura di una sua recente nota: “Scippi, rapine, atti vandalici, danneggiamenti alle auto, muri imbrattati, furti di auto e furti in appartamento. L’insicurezza che vive oggi il cittadino è palpabile in tutti quartieri, dal centro alla periferia, e le istituzioni poco o nulla stanno facendo per migliorare questa situazione”.

NEL MUNICIPIO IX – In un territorio come quello del Municipio IX è facile immaginare come questi fenomeni acquisiscano una grande risonanza: “Nel municipio IX – aggiunge De Juliis – non è mai stata convocata una commissione sicurezza per affrontare i molteplici problemi di un territorio più vasto del Comune di Milano. I Cittadini sembrano abbandonati a stessi e condannati a subire furti e rapine, talvolta con veri sequestri di persona, a veder violata la propria abitazione e ad essere privati di oggetti che non hanno solo un semplice valore materiale”. In questo modo il consigliere De Juliis intende lanciare un nuovo progetto sul territorio che, a partire dalle estreme periferie, possa riportare tranquillità ai cittadini di tutto il municipi: “Per questo nella periferia del nostro Municipio e nei quartieri che insistono sulla Via Laurentina e sulla Via Ardeatina sta rinascendo una nuova consapevolezza, un nuovo senso civico che ha portato a sposare e sviluppare il progetto ‘Controllo del Vicinato’.

IL PROGETTO – Il Consigliere forzista ci tiene a rassicurare che non si tratta di ‘ronde’ o di ‘guerrieri della notte’: “Ma semplicemente cittadini attivi, vigili ed in contatto tra loro e con le forze dell’ordine, che collaborano e adottano nei quartiere una sorta di sicurezza partecipata”. Il concetto di ‘Controllo dl Vicinato’, o meglio il Neighbourhood Watch, nasce tra gli anni ’60 e ’70 negli States, per arrivare in Europa nel 1982 nella piccola cittadina britannica di Mollington nel Cheshire. Questo tipo di iniziativa viene adottata da decenni in molte città americane ed europee, con circa 10 milioni di aderenti. “Il programma prevede l’auto-organizzazione tra vicini per controllare l’area intorno alla propria abitazione – si legge nel progetto – Questa attività è segnalata tramite la collocazione di appositi cartelli. Lo scopo è quello di comunicare a chiunque passi nell’area interessata al controllo che la sua presenza non passerà inosservata e che il vicinato è attento e consapevole di ciò che avviene all’interno dell’area”. Un deterrente per chi volesse compiere tutti quei piccoli reati che minano la sicurezza di un quartiere. “Il senso di vicinanza, unito alla certezza che al suono di un allarme, a un’invocazione di aiuto o di fronte a qualunque altra situazione “anomala” ci sia un tempestivo intervento del vicinato, fa sì che ci si senta maggiormente protetti all’interno della propria abitazione e della propria area, rafforzando nel contempo i legami all’interno di una comunità diventata più unita e consapevole”. L’intero progetto funziona in stretta collaborazione e collegamento con le forze dell’ordine.

L’APPUNTAMENTO – Il primo appuntamento per comprendere meglio quali siano le possibilità di questo progetto è per sabato 17 gennaio alle ore 15:30, al Santuario del Divino Amore. L’incontro dal titolo il “Controllo del Vicinato Roma Sud”, è stato organizzato in collaborazione con il Comitato di quartiere di Falcognana, Cinque Colline, Castel di Leva, Molino, Tor de Cenci Spinaceto, Palazzo Morgana, Corea, Canestrini e le Associazioni Spregamore insieme, Vallerano e Laurentes. All’interno dell’iniziativa interverrà per l’associazione “Controllo del Vicinato” il criminologo Dott. Francesco Caccetta.

LM