Home Municipi Municipio IX

Differenziata Municipio IX: molte le criticità ma si prosegue con la rimozione

SHARE
differenziata ix

Il Vice Presidente Stazi incontra Ama e chiede soluzioni, nuove aree interessate alla rimozione dei cassonetti stradali

PROBLEMI NELLA RACCOLTA – Sono molti i problemi rilevati dai cittadini del Municipio IX, durante queste prime settimane di raccolta di differenziata. La mancanza degli strumenti, come sacchetti e bidoncini, è solo l’ultima di una lunga serie di problematiche all’attenzione della municipalizzata e del Municipio IX: “L’avvio della raccolta differenziata è l’azione più importante e concreta per la trasformazione dell’attuale ciclo dei rifiuti e per questo non può conoscere sospensioni – spiega Alessio Stazi, Vice Presidente e Assessore all’Ambiente del Municipio IX – Stiamo esercitando un controllo serrato sulle attività della società Ama e in tal senso nell’incontro di venerdì 13 abbiamo posto delle condizioni indispensabili per proseguire con le operazioni di rimozione dei cassonetti dalle nostre strade, ultima fase dell’avvio a pieno regime della raccolta differenziata porta a porta”.

 

LE RIMOZIONI – dei cassonetti stradali procederanno secondo cronoprogramma proposto dall’Ama: “Da Mercoledì 18 le operazioni di rimozione interesseranno le aree limitrofe Via di Mezzocammino/Tre Pini-Villaggio Azzurro-Tor De’ Cenci e le Aree limitrofe Via Laurentina-Via Marinetti e Via di Acqua Acetosa Ostiense/Papillo – spiega il Vice Presidente – Diversamente dal primo avviso abbiamo chiesto ad AMA di fornirci il quadro delle strade interessate dalle operazioni così da fornire un’informazione ancora più dettagliata ai cittadini. Nella riunione AMA si è poi impegnata ad effettuare con l’amministrazione municipale una nuova riunione di coordinamento in data 20 settembre, nella stessa occasione saranno comunicati i quartieri ricompresi nel terzo gruppo di zone interessate dalla rimozione dei cassonetti”.

LE RICHIESTE DEL MUNICIPIO – alla municipalizzata riguardano principalmente il superamento di tutte quelle criticità che potrebbero compromettere la buona volontà dimostrata dai cittadini: “Inoltre – prosegue Stazi – nell’incontro di coordinamento con AMA ho chiesto che nei giorni tra il 14 e il 18 settembre, che separano le operazioni di rimozione sui quartieri del primo e secondo gruppo, vengano sanate con con urgenza le criticità emerse nella prima fase di rimozione dei cassonetti e quindi consegnati i kit presso alcune abitazioni dei quartieri ricompresi nel primo gruppo; siano affisse locandine ad hoc riportanti l’avviso di prossima rimozione presso le abitazioni dei quartieri interessati e sugli stessi cassonetti oggetto di ritiro; ed infine che siano consegnati tutti i kit nei quartieri del secondo gruppo entro la data 18 settembre, così da poter prevenire ogni criticità collegata dall’assenza dei cassonetti. Per concludere – evidenzia Stazi – la rimozione dei cassonetti, che comprensibilmente rappresenta un passaggio delicato per i cittadini, oltre ad essere un passo indispensabile per l’avvio della raccolta differenziata porta a porta, rappresenta anche una scelta importante per raggiungere un maggiore decoro urbano nei nostri quartieri e limitare fenomeni come il rovistaggio”.

LE SEGNALAZIONI – fa sapere il Comune di Roma Capitale, possono essere fatte al numero verde AMA 800 867 035 e all’indirizzo di posta info@amaroma.it, oltre alla pagina dedicata alla raccolta differenziata sul sito internet di AMA consultabile a questo indirizzo: http://www.amaroma.it/raccolta-differenziata/.

Leonardo Mancini