Home Municipi Municipio IX

Discarica Ardeatina: solidarietà anche dal Municipio VIII

SHARE
disc

Dopo le continue indiscrezioni e le interpellanze senza risposta si allunga la lista dei contrari alla discarica

LA LETTERA – “Vi scrivo per ribadire le mie preoccupazioni sull’ipotesi, al momento riportata solo dagli organi di informazione, della realizzazione di una nuova discarica sul territorio del Municipio IX ed in particolare sull’Ardeatina, al km. 14”. È quanto si legge nella lettera che Andrea Santoro, presidente del Municipio IX, ha consegnato ieri al Sindaco di Roma Ignazio Marino, al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e al Prefetto Goffredo Sottile, unitamente al documento votato all’unanimità durante il Consiglio Municipale di venerdì scorso. “In queste settimane, nel Municipio IX si sta avviando la nuova modalità di raccolta: ai cittadini che sono impegnati in questa ‘rivoluzione’ sto chiedendo pazienza, impegno, senso civico; perché avviare una differenziata corretta significa rispettare la terra e anche fare quello che sintetizza AMA nella campagna di comunicazione legata al porta a porta: ‘tra discarica e riciclo c’è una bella differenziata’. Ecco, mentre quasi 200 mila cittadini del Municipio IX sono impegnati nella ‘bella differenziata’, quella stessa comunità rischia di trovarsi quella ‘discarica’”, spiega Andrea Santoro nella lettera.

 

SUL SITO – ipotizzato per ospitare la nuova discarica il Presidente Santoro ha voluto ribadire che “sarebbe a ridosso di un’area storico-religiosa senza eguali in questa città: il Santuario del Divino Amore, infatti, rappresenta un luogo simbolo, lieve ed unico per milioni di pellegrini di tutto il mondo e, dunque, da rispettare e tutelare in primo luogo dalle Istituzioni”. E poi l’Ardeatina, una strada che, secondo il minisindaco, “non è e non sarà mai, anche per il valore archeologico, capace di sostenere tali attività” e i vincoli presenti: “un vincolo – sottolinea Santoro – non è un ostacolo, un vincolo sottolinea che ci troviamo in aree di pregio di questa città. Il Presidente, i consiglieri, gli uffici, i cittadini sono un’unica grande cosa. Metteremo ancora più impegno per far crescere in questa parte di città una fortissima cultura della legalità, del rispetto dell’ambiente e cercheremo di essere all’altezza del futuro che ci attende – si legge a conclusione della lettera – Ma vi chiedo di non tornare indietro, non torniamo all’epoca delle scelte calate dall’alto e non condivise. Chiudiamo il tempo delle forzature, apriamo quello della responsabilità condivisa e del rispetto”.

SOLIDARIETA’ – è arrivata anche dai territorio confinanti al Municipio IX, con una nota infatti la Giunta del Presidente Andrea Catarci, minisindaco del Municipio VIII, ribadisce la sua assoluta contrarietà all’indicazione: “Come si può pensare di collocare la discarica nell’area della Falcognana, a ridosso di quel patrimonio dell’Umanità che è il Parco dell’Appia Antica? – si chiede il presidente Catarci – Il sito, inoltre, si trova nei pressi del Santuario del Divino Amore, luogo simbolo e punto di riferimento religioso, meta per pellegrini di tutto il mondo. Forse il Commissario Sottile intende vanificare sul nascere la strategia della Giunta Marino finalizzata alla costituzione del Parco Archeologico dei Fori e dell’Appia Antica avviata proprio in questi giorni? – seguita Massimo Miglio, assessore alle politiche urbanistiche, decoro urbano e contrasto all’abusivismo edilizio e valorizzazione del territorio del Municipio VIII – Proprio ora che ci stiamo riappropriando della gestione della legalità per il ripristino delle regole, dopo 5 anni di mala gestione, un’ipotesi del genere o è uno scherzo o è una provocazione: metteremo in atto ogni azione per contrastarla – incompatibile con il profilo ambientale della zona, è questa invece la posizione di Emiliano Antonetti, assessore alle politiche ambientali e del verde pubblico del Municipio VIII – Tutte le realtà che operano per restituire a Roma un profilo ambientale finalmente degno della nostra città che è da sempre la “culla della civiltà moderna”, non possono accettare l’idea di una discarica proprio nel Parco storico dell’Appia Antica. È una scelta che va contro corrente rispetto alle politiche ambientali a tutti i livelli istituzionali dalla Regione all’Assemblea Capitolina fino agli Enti di prossimità, che hanno come obiettivo comune l’idea di superare il “Sistema Malagrotta”. Il commissario Sottile, in questo modo, non risolve il problema ma intende solo spostarlo in un’altra sede coinvolgendo un intero quadrante della città, uno dei nostri polmoni verdi”.

LA MANIFESTAZIONE – promossa da cittadini e Associazioni è stata fissata per oggi alle 18 presso il Km 14.00 della via Ardeatina, in prossimità del sito su cui si starebbe concentrando l’attenzione del commissario Sottile.

Leonardo Mancini