Home Municipi Municipio IX

Discarica Falcognana: mai interpellato il MiBAC

SHARE
DSC 0073

Il Comitato Verde Urbano rende nota la mancanza del parere della Soprintendenza, Italia Nostra rilancia: Bray faccia rispettare la legge

 

IL PARERE DEL MIBAC – Un nuovo fronte nella lotta alla discarica di Falcognana si è aperto dopo che il Comitato Verde Urbano ha scoperto l’assenza del parere da parte della Soprintendenza: “La soprintendenza non è mai stata interpellata – conferma la Presidente e portavoce del Comitato, Matilde Spadaro – Pertanto ritengo che sia urgente convocare al tavolo tecnico istituito dal commissario Sottile anche il ministero dei Beni culturali. Perché non si è provveduto ad inserire la presenza di vincoli nella relazione presentata da Sottile? In virtù di questo chiedo ufficialmente al commissario di bloccare i lavori assumendo preventivamente i pareri del Mibac”.

ITALIA NOSTRA – Anche l’Associazione Italia Nostra prende spunto da questa mancanza per esortare il Ministro Bray a prendere una posizione su questo intervento che andrebbe a ledere parte dell’Agro Romano: “Da un documento ricevuto dal Comitato Verde Urbano risulta che la Soprintendenza Statale per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Roma non è stata mai interpellata né mai ha ricevuto una richiesta di autorizzazione per la localizzazione della discarica in località Falcognana – spiega la portavoce dell’Associazione – Tale autorizzazione è dovuta per legge in quanto l’area interessata è interna al perimetro del vincolo “Agro Romano Sud” del ddr del 25.012010 posto dall’allora Ministro dei Beni culturali Bondi che riconobbe il grande valore paesaggistico del comprensorio tra la via Ardeatina e il confine del Comune di Pomezia. L’iter deve essere fermato immediatamente – conclude Italia Nostra – Intervenga il Ministro dei Beni Culturali, Massimo Bray a fare rispettare la legge”.

Leonardo Mancini

SHARE