Home Municipi Municipio IX

Discarica Falcognana: sembra aggirato il problema mobilità

SHARE
DSC 0320

I camion passerebbero su via Laurentina e via di Porta Medaglia, ma la vicenda ancora non è chiusa

 

IL TAVOLO – Alla fine il tavolo tecnico sulla discarica a Falcognana si è tenuto nel tardo pomeriggio di ieri. È arrivata anche la convocazione del presidente del Municipio IX, Andrea Santoro che, attraverso twitter, ha comunicato di aver reso note le “motivazioni per cui diciamo ‘no’ alla discarica a Falcognana”. Appena uscito dalla riunione il presidente Santoro ha dichiarato che “nessuno in questo momento può dire che c’è una certezza sulla discarica a Falcognana perché ci sono molte verifiche da fare e ancora molti punti interrogativi, ci sono ambiti ancora da verificare. Quindi sbaglia chi dice che lì ci sarà una discarica perché non può dirlo”. Sulla riunione ha poi chiarito: “Abbiamo fatto diverse osservazioni anche relative alla mobilità, proposte che sono state recepite ma la proposta alternativa non mi piace: si propone di utilizzare la Laurentina e via di Porta Medaglia senza nessuno studio sui flussi di traffico. Ci sono ancora delle verifiche tecniche da fare anche sullo stesso impianto, rimane confermata l’indisponibilità della Ecofer di ospitare un sito di quel tipo – conclude Santoro riguardo l’atteggiamento tenuto dal Campidoglio – Il Comune vuole vedere bene le cose perché si tratta di una scelta complessa per Roma e fa bene a non correre in questa scelta per avere tutte le certezze del caso”.

LA MOBILITA’ – Tra gli elementi di maggior impatto nelle preoccupazioni esposte da cittadini ed istituzioni di prossimità, c’è il problema relativo alla mobilità dell’area. La via Ardeatina infatti non sarebbe percorribile da mezzi pesanti per via di un divieto di transito in vigore dal 2012 e mai fatto rispettare. Il 5 agosto scorso con una direttiva di Giunta e, successivamente, con un atto votato in consiglio municipale, il Municipio IX ha ribadito l’importanza di questo divieto mettendo in campo tutte le azione necessarie ad ottenerne il rispetto. Nonostante questo, il divieto di transito come ‘strategia difensiva’ dalla discarica sembra essere stata aggirata dalla nuova relazione di Sottile. Il passaggio dei camion dell’Ama infatti verrebbe effettuato attraverso via Laurentina e via di Porta Medaglia, superando di fatto il problema. Ma non è ancora detto, infatti nella seduta del consiglio municipale del 6 agosto scorso, il consigliere PdL al Municipio IX, Massimiliano De Juliis, ha richiesto l’impegno per il presidente di fare le opportune verifiche sulla legittimità del passaggio di TIR in via di Porta Medaglia: “Questa è una strada priva di illuminazione, stretta, senza marciapiedi e ricca di curve con un raggio di curvatura estremamente ridotto dove il solo prendere l’autobus diventa una impresa a rischio della propria vita.
Su richiesta del Consorzio Canestrini, e dei comitati che insistono sulla medesima via, abbiamo fatto presente questa seria problematica che in particolare insiste nel tratto da via del Boschetto della bella Cenci a Via Ardeatina – seguita De Juliis – Siamo concordi con i comitati nel richiedere con forza di inibire questo tratto di strada ai Tir e, vista la competenza municipale, chiediamo al Presidente Santoro di agire immediatamente come ha fatto sulla Via Ardeatina. Riteniamo che il provvedimento abbia carattere di urgenza visto che taluni vorrebbero anche utilizzare Via di porta Medaglia come alternativa alla Via Ardeatina in caso di apertura della nuova discarica (forse il decespugliamento degli arbusti appena fatto sull’intera via è propedeutico a tale scopo)”.

IL PRESIDIO – No Discarica Divino Amore, pur accogliendo con favore la convocazione del Presidente Santoro al Tavolo tecnico: “Esprime contenuta soddisfazione per la scelta di proseguire i lavori istruttori di competenza. Tuttavia non può non esprimere forte malessere per il mantenimento del sito ECOFER di Falcognana al km 15,300 quale unico sito oggetto di approfondimento malgrado la proposta alternativa presentata da questo Presidio all’Assessore Estella Marino – seguita la nota in riferimento al progetto presentato dai cittadini per l’utilizzo di siti militari come discariche provvisorie – La Proposta, in linea con le dichiarazioni del Ministero della Difesa, mira ad utilizzare i siti dismessi di poligoni militari e quindi di proprietà pubblica. Da questo punto di vista il mancato accoglimento della proposta denota scarsa considerazione per le preoccupazioni sollevate dalla cittadinanza per gli impatti sulla salute pubblica. Rinnova pertanto la propria richiesta, avanzata in occasione della manifestazione pubblica davanti al Ministero dell’Ambiente, di un immediato coinvolgimento del Ministero della Salute visto il rilevante impatto sulla salute degli abitanti del quadrante Ardeatino e Laurentino limitrofi alla discarica Ecofer – conclude la nota del Presidio – Da ultimo stigmatizza l’assoluta assenza di trasparenza relativamente al luogo e orario di convocazione del Tavolo tecnico malgrado l’esplicita ed insistita richiesta”.

RIMANE ALTA LA MOBILITAZIONE – dei cittadini che, nella serata di ieri hanno nuovamente bloccato il traffico sull’Ardeatina e organizzato un barbecue, con prodotti offerti dalle aziende locali, cui hanno partecipato anche alcuni dei camionisti incolonnati lungo la strada. Molti altri appuntamenti ancora in programma, come la partecipazione all’Angelus del Papa di domenica prossima,ma anche il seminario sul ciclo dei rifiuti in programma per venerdì 9 agosto, oppure la visione del documentario ‘Ecoballe’ prevista per sabato sera.

Leonardo Mancini