Home Municipi Municipio IX

Discarica Falcognana: si cerca il confronto con il Ministero dell’Ambiente

SHARE
sciopfame

Il consigliere PD al Municipio IX, Alessandro Lepidini, in sciopero della fame per essere ricevuto dal Ministro Orlando

DOPO LA NOTIZIA – dell’indicazione definitiva della discarica a Falcognana i cittadini hanno nuovamente occupato via Ardeatina, mentre il consigliere Pd al Municipio IX e Presidente della Commissione Ambiente, Alessandro Lepidini, ha iniziato uno sciopero della fame davanti la sede del Ministero dell’Ambiente in via Cristoforo Colombo, dove staziona dalle cinque di questa mattina.

LO SCOPO DELLA PROTESTA – iniziata dal consigliere Lepidini è quello di ottenere un incontro con il ministro dell’Ambiente Orlando. Obiettivo già ricercato nei giorni scorsi con un sit-in che ha bloccato via Cristoforo Colombo per l’intera mattina di mercoledì. “Faccio in modo che mi ricevano – spiega il consigliere Lepidini quando gli chiediamo cosa si aspetta da questa sua iniziativa – questa vicenda dell’incontro con il Ministro Orlando è ormai lunga di 48 ore, siamo venuti qui mercoledì e ci è stata data l’indicazione un incontro con il Ministero, perlomeno a livello tecnico – seguita il consigliere – Poi ci vediamo smentita questa promessa con un comunicato stampa sorprendente. Ieri siamo stati in questura dopo la manifestazione fatta nel quartiere Molino, per smuovere la situazione e chiedere di farci parlare con qualcuno. Con una delegazione del Presidio siamo arrivati ad avere informazione di una apertura da parte del Ministro, siamo rimasti con la parola di risentirci nella mattinata di oggi – ma non è convinto Lepidini – Siccome questo balletto con la segreteria lo viviamo da 48 ore, io è dalle cinque di questa mattina che sono qui davanti, ho anche iniziato uno sciopero della fame”.

I CITTADINI NON CI STANNO – e da diversi giorni presidiano l’entrata della discarica di fluf della Ecofer: “ Noi siamo contrari all’intero sistema discariche – spiega Lepidini in risposta ad una domanda sull’effetto Nimby (Not in my back yard) – Lo riteniamo un modo barbaro di concludere il ciclo dei rifiuti. Ci vuole una diversa impostazione del rapporto con la natura. In questo territorio poi ci sono tante criticità come il Santuario del Divino Amore e l’abitato, che non ha illuminazione pubblica ne marciapiedi, ma a cui viene regalata una discarica. Siamo in un pezzo di agro romano pregiato che ricade nel vincolo Bondi, a ridosso del Parco dell’Appia Antica e della riserva di Decima Malafede – conclude il consigliere PD – In consiglio Municipale abbiamo approvato le linee guida della Giunta che indicavano il Municipio IX come Municipio della terra, non mi pare che questa possa essere la prospettiva con l’indicazione di una discarica a Falcognana, che è la pietra tombale di qualsiasi ipotesi di sviluppo del territorio”.

Leonardo Mancini