Home Municipi Municipio IX

Discariche Municipio IX: in attesa del 31 luglio proseguono le manifestazioni

SHARE
selvotta2rid

I cittadini e le associazioni si mobilitano per far sentire la loro voce in attesa della decisione del prefetto Sottile

LE INIZIATIVE – Dopo l’incontro con la cittadinanza di giovedì scorso a Monte Migliore e il documento di condanna all’indicazione di una nuova discarica sul territorio municipale, votato all’unanimità nella seduta straordinaria del Consiglio del Municipio IX, continua la mobilitazione. “Il comitato del verde urbano scende sul piede di guerra e annuncia sciopero della fame a staffetta – afferma in una nota Matilde Spadaro, portavoce del comitato – Siamo dall’inizio di questa vicenda a fianco dei cittadini che lottano contro la realizzazione della discarica nel Municipio IX tra le vie Ardeatina e Laurentina. E siamo convinti che sia possibile individuare una soluzione a questa vicenda nell’immediato per sostenere le istituzioni che ci stanno aiutando abbiamo deciso di organizzare uno sciopero della fame a staffetta. Lunedì saremo in prefettura a consegnare i nostri “testimoni” con l’elenco di chi ci sostiene in questa causa. e lunedì stesso chiederemo un incontro al commissario Sottile. abbiamo ottenuto ieri un primo risultato che deve essere portato a compimento – conclude Matilde Spadaro in riferimento al documento votato in Consiglio – Per questo motivo la lotta non si ferma. Sappiamo che è già stata organizzata una manifestazione per martedì e vi aderiremo. Il territorio del municipio IX ha già pagato tanto e non merita di diventare la pattumiera di Roma”.

 

LA MANIFESTAZIONE – richiamata nelle nota della portavoce del Comitato verde urbano, è stata effettivamente indetta per martedì 30 luglio dalle ore 18.00 al Km 14.00 della via Ardeatina in zona Falcognana. Tra i promotori dell’iniziativa l’Associazione Cuore Tricolore: “No assolutamente a nessuna discarica nel IX Municipio e No assolutamente alla nuova Malagrotta nella attuale discarica per rifiuti pericolosi sita nei pressi di Falcognana. L’Associazione Cuore Tricolore ha organizzato una manifestazione di protesta che ha visto l’adesione e partecipazione del Coordinamento Anti Discarica Ardeatina Laurentina, che vedrà coinvolti Comitati di Quartieri e Associazione del Municipio nonché cittadini di questo quadrante, che hanno rotto gli indugi – dichiara in una nota Stefano Ambrosetti, Presidente dell’Associazione – A seguito della scarsa chiarezza di questi giorni da parte delle istituzioni e soprattutto in previsione della scadenza del termine fissato per il 31 luglio, data entro la quale il commissario per l’emergenza rifiuti dovrà individuare un sito per la nuova discarica a Roma, sito che le cronache riportano con insistenza alla discarica sulla Ardeatina della Ecofer, i cittadini e le Associazioni tengono alta la guardia – conclude la nota con un richiamo al tanto temuto blitz estivo – Non vorremmo che in questo periodo estivo qualcuno approfitti per danneggiare irreparabilmente questo territorio

CONTINUANO LE RICHIESTE DI TRASPARENZA – Dall’opposizione municipale continuano le richieste di chiarezza da parte del Sindaco Marino e del Governatore del Lazio Zingaretti: “Il consiglio del municipio IX EUR, con la seduta di venerdì, ha ben chiarito qual è la sua posizione ed oggi ci aspettiamo che, sia l’assemblea capitolina sia il consiglio regionale del Lazio, mettano all’ordine del giorno, e votino nel prossimo consiglio utile, il nostro documento – spiega in una nota il consigliere PdL al Municipio IX, Massimiliano De Juliis – Chi non lo farà sarà complice di questo scempio e complice di trasformare il Divino Amore e il nostro municipio nella pattumiera di Roma. Noi siamo con i nostri cittadini che domani proprio a Falcognana, con comitati e associazioni alle ore 18.00, manifesteranno il loro dissenso – conclude la nota – Gli striscioni di protesta stanno facendo il giro della città e le iniziative si susseguiranno fino a quando non ci diranno che sul municipio non vi sarà nessuna discarica”.

IL DIVINO AMORE – L’importante Santuario si trova nelle immediate vicinanza del sito che sarebbe sotto esame da parte della commissione tecnica del Prefetto Sottile, più volte infatti è stato richiamato come elemento di inammissibilità per una discarica nella zona. Nelle ultime ore anche il rettore del Santuario, Don Pasquale Silla, si è unito al coro di no della cittadinanza, con un’accorato appello lanciato su Youtube.

Leonardo Mancini