Home Municipi Municipio IX

Divino Amore: la soppressione del 218 fa discutere

SHARE
autobusdivinoamore

La linea di collegamento con il centro città potrebbe ricadere nei tagli imposti da Roma Capitale

LE LINEE – Sarebbero 12 le linee di Trasporto Pubblico (TPL) che dovrebbero essere soppresse per far fronte alle necessità economiche di Roma Capitale, tra queste anche la n. 218, unico collegamento tra il quartiere del Divino Amore con San Giovanni.

IN PASSATO – si era tentato di dare maggiore rilevanza al TPL, soprattutto nelle zone più periferiche della Capitale, a ricordarlo è il vice Presidente della Commissione Mobilità e Periferie del Municipio IX, Massimiliano De Juliis: “Nella precedente consiliatura avevamo potenziato il trasporto nella periferia, con l’attivazione di nuove linee come la 048, mentre oggi si sopprimono persino linee storiche e di alto valore che collegano con il Santuario dei Romani”. Ma non è solo questa nuova notizia a preoccupare il Consigliere De Juliis, che non si risparmia nell’elencare tutti gli altri problemi che gravano sul quadrante: “Dopo la discarica di Falcognana, che l’assemblea capitolina nei giorni scorsi non ha escluso come potenziale sito, la soppressione di linee di trasporto scolastico come la 1205, i mancati controlli sui divieti al traffico pesante in Via Ardeatina e Via di Porta Medaglia che causano innumerevoli incidenti, le discariche abusive disseminate su tutto il quadrante che nessuno rimuove, oggi arriva quest’altra tegola. Sembra – seguita – che il Sindaco Marino e il Presidente Santoro si siano accaniti in maniera particolare su questo quadrante della città e crediamo che gli stessi abbiano ampiamente superato il limite”. L’impegno è quello di dare battaglia: “A tutti i livelli istituzionali per mantenere questa importante linea di trasporto pubblico – conclude – pensiamo che la stessa vada prolungata come era in progetto fino ad un anno fa”

LE LINEE DELLA PERIFERIA NON SI TOCCANO – in questo modo denunciano denunciano in una nota Alessandro Lepidini, Presidente della Commissione Ambiente, Mobilità e Periferie e Giuseppe Contenta capogruppo Pd in Municipio IX: “Stiamo lavorando per potenziare in ogni modo i collegamenti tra la nostra periferia e il centro e troviamo quindi del tutto inaccettabili ipotesi di questo tipo e che, come per vicende più note, rispediremo al mittente da archiviare sub scelte verticistiche che trascurano completamente il ruolo del Municipio in una materia che lo coinvolge direttamente anche a termini di regolamento sul decentramento”. I due consiglieri democratici non hanno dubbi riguardo la necessità di riorganizzare il TPL: “È tema certamente all’ordine del giorno ma ciò deve avvenire solo in un’ottica di potenziamento e di maggior fruibilità per i cittadini – concludono – ai quali specialmente a quelli che abitano lontano dal centro va restituito il diritto alla mobilità attraverso un trasporto pubblico efficiente”.

Leonardo Mancini