Home Municipi Municipio IX

Eur: il Comune incontra le aziende in vista del Gran Premio delle auto elettriche

La riunione per condividere le modifiche alla viabilità con le aziende del quadrante

SHARE

EUR – Si avvicina la data dell’E-Prix all’Eur, e con il 14 aprile arrivano anche i preparativi per ospitare la competizione. È per questo che nella giornata di ieri si è svolto l’incontro fra i Mobility Manager delle aziende del quartiere Eur, l’Assessore allo Sport, Politiche giovanili e Grandi Eventi Daniele Frongia, l’Assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo, il presidente del Municipio IX Dario D’Innocenti e i tecnici degli uffici di Roma Capitale per la Mobilità. Al centro del tavolo le strategie di impatto della viabilità e mobilità durante l’evento della Formula E.

MINIMIZZARE L’IMPATTO – Obiettivo primario dell’incontro è stato quello di rendere il meno impattanti possibili le criticità per i lavoratori del quartiere: “Lo schema di circolazione è stato ideato per minimizzare gli impatti sulla viabilità, distribuendo i flussi di traffico su itinerari alternativi a maggiore capacità veicolare: via Ardeatina, via Laurentina, via Ostiense/via del Mare, autostrada Roma-Fiumicino – ha dichiarato l’Assessora Linda Meleo – Vogliamo che l’evento crei meno disagi possibili, per questo il nostro team ha lavorato per individuare le soluzioni più efficaci e continuerà il confronto diretto con i Mobility Manager aziendali”.

IL TRACCIATO E LE CHIUSURE – Il tracciato complessivo della gara sarà di 2,8 km. Le auto elettriche faranno 19 giri tra via Cristoforo Colombo e il palazzo dei Congressi. Ma per permettere la realizzazione della gara saranno necessarie due fasi in cui la viabilità del quadrante dovrà subire cambiamenti. Dal 3 al 12 aprile si procederà con delle lavorazioni in orario notturno dalle 20,30 alle 5,30. In questa prima fase si perderanno alcuni parcheggi e verranno effettuate delle modifiche alla circolazione e deviazioni dei mezzi pubblici. Successivamente ci sarà una chiusura al traffico per le due giornate di gara (13-14 aprile), partendo però dalle ore 20,30 del 12 aprile fino alle 5,30 del 15 aprile. La terza e ultima fase prenderà il via alle 5,30 del 15 aprile e terminerà il 22 aprile, effettuando tutte le operazioni di smantellamento in orario notturno. “L’evento – si legge sul sito del Campidoglio – richiederà l’inevitabile chiusura di viale Cristoforo Colombo dalle 20.30 di giovedì 12 aprile alle 5.30 di domenica 15 aprile tra viale America e via delle Tre Fontane. Visto l’atteso impatto sulla mobilità privata saranno attivati tutti i canali di comunicazione con i diversi soggetti coinvolti: ANAS e Autostrade per avvisare già sul GRA e sulle autostrade in penetrazione a Roma delle chiusure, WAZE per instradare gli utenti su itinerari alternativi alla Colombo”.

LE RICADUTE – Nonostante queste difficoltà dal Campidoglio puntano a spiegare quali siano le ricadute positive sul quadrante dell’Eur: “L’E-Prix avrà un notevole ritorno per la città sia in termini di immagine che economici – spiega l’Assessore Frongia – Si stima un impatto di 60 milioni di euro in tre anni e 30mila spettatori. Numerosi sono gli investimenti previsti sul territorio nel triennio di riferimento: Enel ha richiesto l’autorizzazione a installare 200 punti di ricarica insieme con Acea, che saranno integrati grazie ad altri tre progetti con ulteriori 18 infrastrutture pubbliche di ricariche veloci e 15 punti di ricarica aggiuntivi proprio per il quartiere Eur, interessato nel tracciato di gara. Inoltre, sempre nell’arco del triennio, sono previste opere di manutenzione straordinaria, riqualificazione e miglioramento del manto stradale sul percorso. Il quartiere Eur sarà quindi il vero protagonista. A breve – aggiunge Frongia – istituiremo anche una serie di appuntamenti coi i cittadini e i comitati proprio per incrementare l’accoglimento di tutte le necessità della cittadinanza”.

LeMa