Home Municipi Municipio IX

EUR: l’impianto Tre Fontane torna all’attenzione del Campidoglio

Sono due le mozioni votate in Assemblea Capitolina per chiedere la conclusione dei lavori della Cittadella dello Sport Paralimpico

SHARE

TRE FONTANE – Torna all’attenzione del Campidoglio la vicenda che potrebbe rallentare la conclusione dei lavori per la Cittadella dello Sport Paralimpico delle Tre Fontane. La struttura purtroppo è completata solo in parte: “Sarò pienamente soddisfatto quando potremo realizzare anche il secondo stralcio dei lavori – ha spiegato nei giorni scorsi il Presidente del CIP Luca Pancalli – che prevede un Palazzetto e la foresteria, per completare l’opera e offrire agli sportivi paralimpici di vertice ma anche a quanti si avviano allo sport, nella fase 2 del recupero, dopo la riabilitazione, uno spazio tipo campus ove soggiornare e fare pratica sportiva”. La seconda parte dei lavori al momento è ferma e deve essere sbloccata: “Perché ciò accada, abbiamo già la garanzia della copertura costi dal CIPE che stanzia 6.5 milioni di euro, occorre che si risolva il contenzioso con EUR SpA, che nel corso dei lavori è emerso essere in parte proprietario, insieme al Comune, dell’area su cui insiste il Tre Fontane – spiegava Pancalli – Purtroppo al momento siamo ancora chiusi e fermi per questa ragione, siamo davanti a un classico caso italiano”.

DAL COMUNE – Nelle scorse settimane anche dal Campidoglio erano arrivate rassicurazioni sull’impegno per la risoluzione di questa vicenda, attraverso una dichiarazione dell’Assessore allo Sport Daniele Frongia: “Vogliamo che la Cittadella dello Sport apra il prima possibile. È strategico per i cittadini e per l’amministrazione, che punta ad abbattere le barriere della diversità – spiegava Frongia – Da Roma Capitale c’è la massima disponibilità ad inaugurare ed a permettere l’apertura nel minor tempo possibile. Confidiamo che Eur Spa proceda con i propri tecnici a compiere gli atti di propria competenza”.

L’ASSEMBLEA CAPITOLINA – Ora la questione è tornata ad interessare i lavori di Palazzo Senatorio, con due mozioni approvate ieri dall’Assemblea Capitolina all’unanimità. La prima è firmata dai consiglieri penta-stellati Diario, Penna e Coia, e chiede l’impegno della Sindaca affinché vengano risolte le problematiche relative alla Esedra Destra e Sinistra del complesso sportivo delle Tre Fontane su aree di proprietà mista Eur S.p.A. e Roma Capitale. “Chiediamo a sindaca e Giunta l’impegno di sedersi al tavolo con Eur Spa e non alzarsi più finché non viene trovata una soluzione, anche alla luce delle ultime notizie su Roma Capitale ed Eur Spa sul Nuovo centro congressi che, viceversa, è di proprietà di Eur ma sconfina per due metri sulla proprietà comunale – ha dichiarato il Presidente della Commissione Sport Angelo Diario – Chiediamo che venga finalmente trovato un accordo, perché il centro è pronto e aspetta solo questo accordo per essere aperto e fruibile dai cittadini”. Il secondo documento invece p stato presentato dal Consigliere Fassina e concerne l’impegno per la Sindaca e la Giunta Capitolina affinché individuino, nel rispetto delle procedure amministrative, adeguate e tempestive soluzioni per la conclusione della realizzazione della “Cittadella dello Sport paralimpico”, al fine di assicurare l’apertura della struttura nel più breve tempo possibile.

Leonardo Mancini

SHARE