Home Municipi Municipio IX

Eur: nessuna pace per i residenti

SHARE
parcheggiatoriabusivieur

Prostituzione e rumore, questa la situazione raccontata dai cittadini

NESSUNA PACE PER I RESIDENTI – Il Consigliere Municipale, Massimiliano De Juliis, parla dell’Eur come di un quartiere senza pace, soprattutto nelle ore notturne, quando al degrado causato dal fenomeno della prostituzione si affianca quello dovuto al rumore di alcune manifestazione estive. “Tutti hanno il diritto di divertirsi e di passare delle belle serate in compagnia – spiega De Juliis in una nota – cosi come tutti i cittadini dell’Eur hanno il diritto di riposare durante le ore notturne”.

PROSTITUZIONE E RUMORI NOTTURNI – Moltissime le segnalazioni dei residenti che parlano di un peggioramento della situazione soprattutto lungo le strade più isolate e meno battute del quartiere: “All’Eur la prostituzione in alcune zone ha raggiunto livelli mai visti, sia nelle ore diurne che notturne – seguita il Consigliere – ciò è dovuto anche allo scarso interesse della maggioranza di sinistra del Municipio che ha bocciato una nostra proposta che richiedeva controlli notturni per contrastarne il fenomeno e far rispettare il divieto di transito ai non residenti, già esistente in alcune porzioni del quartiere”. Le difficoltà da affrontare non mancano, ma con l’arrivo dell’estate sarebbero aumentate notevolmente, con il rumore causato dalle varie manifestazioni estive presenti nell’area: “Oggi al caos esistente dovuto dalla presenza delle ‘lucciole’ si è aggiunto il rumore delle manifestazioni notturne per la stagione estiva, anche in zone vicine a quelle residenziali – spiega il Vice Presidente del Consiglio Municipale – Sono arrivate molte segnalazioni da parte di cittadini e associazioni di quartiere spesso accompagnati da filmati che testimoniano quanto segnalato da tempo”. 

LA NUOVA MOZIONE – Per dare seguito alle molte segnalazioni è stata quindi protocollata una uova mozione “che chiede di effettuare controlli notturni al fine di verificare se le emissioni sonore sono compatibili con i limiti previsti dalla normativa vigente e di far rispettare il divieto di transito per i non residenti, ove previsto, attraverso controlli mirati”. 

LM

SHARE