Home Municipi Municipio IX

Eur SpA verso il commissariamento

SHARE
civiltaLavoroRID

Il futuro dell’ente passa per la ristrutturazione ed il commissariamento

L’EUR SPA – Con l’inchiesta sulla Mafia Capitale di questi giorni, non poteva mancare la presa di posizione dell’Ente Eur. L’Eur SpA, in tante occasioni tirato in ballo dalle indagini, soprattutto a causa dei rapporti con la ‘Cupola della Capitale’, intrattenuti dall’ex Ad Riccardo Mancini. Quello che si profila per l’Eur SpA è un futuro però incerto.

LA NOTA DI EUR SPA – Dalla partecipata del Ministero delle Finanze arrivano notizie riguardo la gestione economica della società: “Il Consiglio di Amministrazione preso atto dell’esito dell’Assemblea Straordinaria del giorno 9 dicembre scorso e dell’incontro avuto in sede tecnica con il Ministero dell’Economia e delle Finanze da cui è emerso un chiaro orientamento sulla strategia da tenere, ha deliberato di chiedere l’ammissione allo strumento di legge del concordato in bianco al Tribunale di Roma”. La volontà è quella di procedere ad una ristrutturazione societaria per superare il momento di stallo della società: “La procedura concorsuale cautelerà la società, che dovrà predisporre, entro almeno 60 giorni, con eventuale proroga concessa dal giudice preposto, un piano di ristrutturazione”. Nella nota si parla anche dell’individuazione di Commissario: “In questo contesto, l’organo amministrativo resterà in carica e per tutti gli atti di straordinaria amministrazione sarà affiancato da un commissario giudiziale nominato dal Tribunale. Il piano dovrà individuare le possibili soluzioni per dare continuità alla sua funzione costitutiva ed al completamento delle opere in corso”.

L’ATTACCO DEL MUNICIPIO – Durante l’incontro dei Dem al Centro Culturale Elsa Morante del 10 dicembre scorso, era stato il Presidente Santoro a togliersi qualche sassolino dalla scarpa: “Serve pulizia e dobbiamo fare una considerazione su cosa vuole essere Eur S.p.A. Questo ente non può essere ricordato come quello dei 20 milioni per la parcella di Fuksas e quello che ha prodotto Riccardo Mancini. Forse – proponeva il Presidente – è arrivato il momento di pensare ad un controllo più efficace da parte del Comune di Roma o forse, meglio, è arrivato il momento di chiudere Eur S.p.A.”.

Leonardo Mancini