Home Notizie Città Metropolitana

Falcognana: domani un nuovo incontro sulla chiusura dell’Ardeatina

Nuova commissione in Città Metropolitana, si punta alla riduzione dei tempi di chiusura

SHARE

 

ARDEATINA – Si guarda con preoccupazione alla chiusura di via Ardeatina nel tratto interessato dai lavori di rifacimento del ponte ferroviario della Falcognana. Lo stop al transito, come previsto dal cronoprogramma di RFI (Rete Ferroviaria Italiana), dovrebbe durare circa sei mesi, dal 2 maggio al 22 ottobre. Dai cittadini della zona, così come dagli esponenti politici municipali, non sono mancate le critiche, soprattutto per la possibilità che si verifichi il blocco del quadrante. Soprattutto se non si interverrà con un fattivo piano di mobilità alternativa con la riapertura al transito di via di Porta Medaglia, attualmente chiusa per il dissesto del manto stradale.

DALLA CITTÀ METROPOLITANA – Nella giornata di domani è stata convocata una nuova seduta di commissione in Città Metropolitana, dopo l’incontro con i cittadini, RFI, Polizia Locale Roma Capitale, polizia della Città Metropolitana e tecnici, dove sono state affrontate le criticità relative alla chiusura e le opzioni sulla mobilità alternativa. “Abbiamo riconvocato la Commissione per sapere se le proposte portate all’attenzione di tutti gli interessati possono essere accolte – fanno sapere gli esponenti di Fdi Fabrizio Ghera, Andrea De priamo e Massimiliano De Juliis – Tra queste ricordiamo un adeguato studio sulla viabilità alternativa, il rifacimento di Via di Porta Medaglia e l’allargamento della relativa carreggiata sotto il ponte ferroviario, il dimezzamento dei tempi di chiusura della strada, la possibilità di realizzare due by pass (almeno per il traffico locale) e lo spostamento del capolinea del 218 da realizzare sull’area di cantiere”.

I TAVOLI – In queste settimane sono stati portati avanti numerosi incontri per cercare di mitigare l’impatto di questi lavori. Purtroppo al momento le soluzioni sembrano essere ben poche: “Da quando il Municipio IX ne è venuto a conoscenza (a seguito della Commissione Municipale del 25 gennaio) ci sono stati 2 incontri del Tavolo Tecnico, convocato dalla Presidenza del Municipio, finalizzato, come primo obiettivo, alla riduzione del periodo di interruzione del traffico veicolare almeno durante la chiusura delle scuole (15 giugno – 10 settembre) – spiega il consigliere del M5s Giulio Corrente – Sempre allo stesso Tavolo Tecnico è stata richiesta, come condizione indispensabile, la messa in sicurezza ed il rifacimento del manto stradale di Via di Porta Medaglia, individuata da Città Metropolitana e RFI come percorso alternativo per il traffico veicolare. Per il raggiungimento del primo obiettivo abbiamo istituito un coordinamento fra le Società dei Sottoservizi (Italgas, Areti, Acea Acqua e Tim) al fine di ottimizzare i tempi di realizzazione dei rispettivi interventi. A questo proposito – aggiunge corrente – dopo l’ultimo incontro avvenuto venerdì 16 marzo u.s. al Municipio IX, si è convenuto di effettuare un incontro fra il Coordinatore della Sicurezza di RFI ed i rispettivi referenti delle Società coinvolte.

LE MISURE MINIME – L’attenzione sembra quindi concentrarsi su due ‘misure minime’ che possano mitigare l’impatto di questo intervento: il rifacimento di via di Porta Medaglia e lo stop al transito sul tratto di via Ardeatina per il solo periodo di chiusura delle scuole (dal 15 giugno al 10 settembre). “Questi due elementi – conclude il consigliere Corrente – rimangono i presupposti ‘minimi’ a che l’operazione impatti nel minor modo possibile sulla Cittadinanza”.

LeMa