Home Municipi Municipio IX

Giuliano Dalmata, parcheggio interrato via dei Guastatori: parere favorevole della giunta. Si fara’?

SHARE

È stato approvato dalla Giunta del Municipio XII il progetto per la realizzazione di box auto, ma non tutti sono d’accordo
Il 31 Luglio 2009 il Presidente del Municipio Roma XII Pasquale Calzetta e la sua Giunta esprimono parere favorevole, alla realizzazione del parcheggio interrato, all’Ufficio Extra Dipartimentale Parcheggi – U.O. Parcheggi Privati del Comune di Roma che aveva raccolto la richiesta avanzata da “La Celsa Srl” sulla “ricollocazione di 78 box auto in via dei Guastatori (adiacente a via Gaurico), a causa di subentrate problematiche –così recita la memoria di Giunta- legate alla realizzazione di tale progetto, sul sito precedentemente individuato tra via Oslo e via Copenaghen”. Essendo “l’area in questione, per sua natura, maggiormente idonea per dare attuazione al progetto”, la giunta ha quindi espresso parere favorevole a tale richiesta e ha, a sua volta, domandato all’Ufficio Extradipartimentale Parcheggi e all’Assessore comunale alla Mobilità, in qualità di Soggetto Attuatore del progetto, “di prevedere il ripristino dell’area adiacente di via Gaurico a parcheggio pubblico. Inoltre che l’impiego degli oneri derivanti dal diritto di superficie dovrà avvenire secondo due priorità: in primis la riqualificazione ambientale dell’area e sistemazione della stessa con arredi e giochi per bambini al fine di renderla fruibile alla cittadinanza, prevedendo il coinvolgimento delle realtà associative del territorio, e in secondo luogo la realizzazione in via dei Corazzieri di alcuni parcheggi pubblici al fine di servire il limitrofo plesso scolastico Tosi”.
Matilde Spadaro, Capogruppo Sinistra Arcobaleno Municipio XII, ha raccolto le “preoccupazioni sempre più crescenti –afferma- dei cittadini, dei quartieri Giuliano Dalmata e Colle di Mezzo, in relazione ad un utilizzo improprio dell’area per un parcheggio interrato” e ha chiesto informazioni all’Ufficio Extradipartimentale Parcheggi, circa l’iter di detta ricollocazione, e di poter accedere agli atti utili per approfondire la questione. Aggiunge: “In questi giorni è in corso una petizione da parte dei
residenti e della scuola contro i box che dovranno sorgere nell’area. Ritengo che non è questo il modo di fare politica. C’è stato un mancato
coinvolgimento dei cittadini fin dall’assunzione di questo progetto il 31
luglio 2009. Inoltre tutto l’iter della ricollocazione è piuttosto anomalo perché mancante anche del parere del Consiglio Municipale. Quando c’è poca informazione questi sono i risultati”. A queste sollecitazioni, l’Ufficio Extradipartimentale Parcheggi Privati, risponde il 15 settembre 2009: “Il Municipio, con una memoria di giunta del 31 luglio 2009, ha espresso il suo consenso alla ricollocazione del parcheggio, anche se agli atti del nostro ufficio non è stata ancora presentata alcuna tavola progettuale. Noi, di concerto con l’Ufficio Speciale Emergenza Traffico e Mobilità, provvederemo e verificare la fattibilità dell’intervento. Se la localizzazione sarà ritenuta idonea, verrà inserita nel Piano Parcheggi del Comune di Roma, per mezzo però di un’ordinanza del Sindaco”.
Anche la allora dirigente scolastica della scuola Tosi, Martina De Simone, aveva chiesto, maggio 2009, al Municipio XII di poter “utilizzare l’area, confinante con la scuola ma esterna ad essa, per la realizzazione di progetti e attività didattiche, come la realizzazione di un orto botanico e giochi per bambini”.
L’Assessore alla viabilità e all’urbanistica municipale Valerio Morgia afferma che “ci sono state varie richieste e iniziative per lo sfruttamento del sito, come ad esempio un progetto di uno spazio per gli anziani o l’idea di realizzare campi sportivi, ma la scelta è caduta sulla realizzazione dei box–auto: si tratta comunque di un terreno adibito a servizi pubblici. Ora, dopo averlo bonificato, aspettiamo solo l’Ordinanza del Sindaco di Roma. Questa sarà un’agevolazione anche per il Comune, infatti la società che realizza i box li venderà ai privati portando anche oneri al Comune stesso per la realizzazione di altre iniziative pubbliche sul territorio. Inoltre, trattandosi di box e parcheggi interrati, lasceranno spazio alla realizzazione sullo stesso sito di altre iniziative a scopo sociale e, volendo, anche scolastico”. Anche Maurizio Cuoci, Vicepresidente e Assessore all’Ambiente del Municipio XII, esprime il suo parere favorevole: “La zona di “verde” oggetto del contendere è oggi abbandonata e lasciata a se stessa. La realizzazione del parcheggio interrato consentirebbe il recupero di questa area verde che potrà finalmente essere fruita dai cittadini. Poi, su via Gaurico, dove ci sono tre scuole, il realizzatore del parcheggio interrato creerà sempre a sue spese un parcheggio a raso gratuito che consentirà una migliore fluidità del traffico ed un maggior decoro. Al momento non mi risultano proteste (anzi) ed il progetto che si sta elaborando è stato e verrà anche in futuro concordato con il Cdq che abbiamo già incontrato e che incontreremo nuovamente a breve.” Il Presidente del CdQ Colle di Mezzo, Ernesto Calluori dice che “la gente è
arrabbiata. Sarà un privato che farà 78 box e un palazzo, dandoci come contentino un giardino a raso. I cittadini erano all’oscuro di tutto, c’è piovuta la questione dall’alto. Siamo estranei a queste decisioni. I box arriveranno fino a Luca Gaurico occupando tutta l’area verde, quando i cittadini da tempo chiedevano di usarla come parco pubblico, magari
facendoci delle attività ludiche, dopo 40 anni di abbandono. Noi non vogliamo il contentino”.

Emanuela Maisto