Home Municipi Municipio IX

I lavori sulla Laurentina extra GRA sono terminati

Inaugurato il lungo tratto di strada dopo dieci anni di lavori

SHARE

LAURENTINA – Finalmente possiamo dirlo. Il 20 maggio scorso, dopo dieci anni di lavori, il tratto di Laurentina compreso tra il km 14 e il km 22,2 è stato inaugurato, con grande soddisfazione di chi la percorre ogni giorno. Risultato ottenuto grazie all’impegno della Città Metropolitana, che ha la competenza sulla strada, senza dimenticare tutti gli altri attori della vicenda, come la politica locale, i cittadini e i tecnici che hanno reso possibile il completamento del tratto e che nel tempo hanno tentato di risolvere i vari problemi incontrati.

IL TAGLIO DEL NASTRO – È stato il Vice Sindaco della Città metropolitana di Roma, Fabio Fucci, a tagliare il nastro. “Per gli anni di disagi e per i molti incidenti mortali, chiedo scusa ai cittadini e alle vittime della burocrazia e della mala politica – ha dichiarato – Oggi dimostriamo che risolvere le criticità e discutere con il territorio mettendo insieme tecnici, vertici, politici e cittadini, può portare rapidamente a risultati”. Il Vice Presidente della Città Metropolitana ha poi aggiunto che da questo momento chi si troverà a percorrere l’arteria “potrà contare su una maggiore sicurezza, controlli intelligenti e corsie preferenziali per i mezzi pubblici, a tutela anche dei residenti del luogo, con i cui comitati abbiamo dialogato continuamente in questi mesi, e che ringrazio”.

I MERITI – La fine degli interventi è sicuramente un passo importante. “Nel tempo ci sono stati molti problemi – ha dichiarato Massimiliano De Juliis, Vicepresidente del Consiglio del Municipio IX (Fdi) – e credo che tutti abbiano fatto la loro pare per arrivare alla conclusione dell’opera”. Il riferimento di De Juliis è rivolto alle dichiarazioni di Fucci in sede di inaugurazione: “Il tutto non si è risolto solo negli ultimi mesi, il lavoro era stato iniziato ben prima, anche attraverso un confronto con il CdQ Cinque Colline. Le problematiche che abbiamo tentato di definire negli anni sono state tante e questo sicuramente ha allungato i tempi dei lavori. La dichiarazione di Fucci, quindi, mi è sembrata poco generosa perché lui si è trovato alla fine di questa situazione, quando la maggior parte delle criticità erano già praticamente risolte”.

LE QUESTIONI ANCORA APERTE – Tra l’altro De Juliis ha rimarcato alcune problematiche ancora sussistenti, in primis quella della corsia preferenziale “che non serve a nessuno, perché ci sono solo due linee di autobus che passano di lì. La Laurentina quindi resta a due corsie, anche se più larga”. Altre questioni da rivedere: l’immissione sulla via da Monte Migliore, in prossimità di via Vittorio Alpe, rimasta pericolosa; il Fosso Radicelli, soggetto ad allagamenti quando ci sono piogge abbondanti; l’attraversamento della via a Schizzanello, attualmente non il massimo della sicurezza. “L’intersezione della Laurentina con via Agerola a Schizzanello – ha dichiarato il Consigliere municipale Pd, Alessandro Lepidini – e la pericolosità della nuova corsia preferenziale, con superamenti di auto sfreccianti effettuati a destra della corsia auto”, sono tra i temi più caldi da affrontare. “Per via Agerola – ha continuato – se tecnicamente fattibile, si potrebbe installare un semaforo a chiamata che faciliti uscita e ingresso nel quartiere”. Anche per il Consigliere dem il risultato che oggi si festeggia è merito di un lavoro incessante del CdQ Cinque Colline, dei cittadini e di tutte le forze politiche.

Non rimane ora che capire come superare i problemi evidenziati, con la speranza di andare sempre più verso una situazione pienamente condivisa.

Serena Savelli

Tratto da Urlo n.147 giugno 2017

SHARE