Home Municipi Municipio IX

Il Municipio XII si propone per “Via Almirante”

SHARE

Approvata il 12 gennaio scorso in Consiglio municipale una mozione per intitolare una via o una piazza del territorio a Giorgio Almirante


Il 12 gennaio scorso il Consiglio del Municipio XII ha approvato la mozione presentata dal Presidente del Consiglio Marco Caciotti e dai consiglieri del Pdl Cristiano Carpignoli e Pietrangelo Massaro. La mozione, approvata con 11 voti favorevoli e 4 contrari, propone al Sindaco Gianni Alemanno l’intitolazione di una piazza o di una via sul territorio del Municipio XII a Giorgio Almirante. Questa proposta arriva dopo le polemiche sollevate nei giorni scorsi da Francesco Storace (La Destra), che ha ricordato al Sindaco Alemanno una delle sue promesse elettorali del 2008. Le motivazioni della mozione sono spiegate in una nota congiunta dei consiglieri Pdl del Municipio XII: “Auspichiamo che questo atto del consiglio del Municipio possa rappresentare un primo passo istituzionale per il superamento di ogni pregiudizio politico sulla figura di Giorgio Almirante”, continuano i consiglieri proponenti, “Confidiamo che la proposta possa essere presa in considerazione dal Sindaco Alemanno e esaminata dalla Commissione preposta alla Toponomastica affinché anche la Capitale d’Italia, renda omaggio a un importante esponente della politica nazionale come Almirante, principale fautore del processo di evoluzione della destra in Italia”.
Le critiche nei confronti della mozione non sono mancate nella sinistra romana: “E’ davvero il caso di dire che il XII Municipio colpisce ancora: dopo gli auguri per le Feste natalizie con le immagini del Duce, il saluto fascista in aula, oggi l’ultimo scandalo. Ci auguriamo che Alemanno stigmatizzi questa ‘scorciatoia’ procedurale”, dichiarano in una nota il consigliere comunale del Pd Roma, Paolo Masini, il consigliere regionale del Pd, Enzo Foschi il consigliere municipale del municipio XII, Enzo Del Poggetto, “Assegnare il nome a una strada di Roma a chi collaborò alla stesura del ‘manifesto della razza’, è un fatto che la memoria di una città come la nostra non può tollerare in alcun modo. Né ora né mai”.
Lo stesso Sindaco Alemanno nei giorni scorsi aveva risposto alle richieste sull’intitolazione richiamando alla calma: “Procederemo negli adempimenti necessari ad intitolare la strada ad Almirante solo quando l’approfondimento storico, il dibattito civile e culturale permetteranno a tutti di comprendere il reale significato del percorso storico-politico di Giorgio Almirante”. Queste affermazioni avevano lasciato intendere che la questione si sarebbe chiusa o perlomeno sarebbe stata risollevata solo in futuro, magari ancora una volta come materiale da campagna elettorale. “Pensavamo che l’impegno preso dal sindaco Alemanno, assicurando di non voler intitolare una strada a Giorgio Almirante, avesse messo la parola fine a questa vicenda”, dichiara in una nota Andrea Santoro, coordinatore del Pd del Municipio XII.
Alle polemiche i consiglieri proponenti hanno risposto analizzando i voti della mozione: “Su questo documento è arrivato anche il voto favorevole del capogruppo dell’Api a dimostrazione che sulla figura di Giorgio Almirante finalmente, anche nel centro sinistra, alcuni pregiudizi ideologici cominciano a cadere”. Ma anche sul voto positivo del capogruppo di Alleanza per l’Italia in Consiglio municipale non sono mancate le polemiche: “Chiediamo al sindaco Alemanno e al segretario dell’Api, nonché consigliere comunale, Francesco Rutelli di pronunciarsi e respingere questa richiesta” dichiara Santoro. La posizione del capogruppo e del Partito sono state chiarite nel pomeriggio in una nota del presidente regionale di Api, Mario Mei, e del coordinatore romano del partito, Alberto Gambino: “La decisione del Capogruppo Culasso è del tutto autonoma e a titolo personale, votata in dissenso con il resto del gruppo consiliare e distinta dagli orientamenti del partito sull’argomento. La mozione in oggetto, inoltre, non risponde certamente ad una priorità per Alleanza per l’Italia”.
La mozione approvata è una richiesta di intitolazione che dovrà passare per la Commissione Toponomastica di Roma Capitale. È da questo ufficio e dal Sindaco che si aspetta una risposta. Vedremo nei prossimi giorni se la posizione di Alemanno rimarrà invariata.

Leonardo Mancini