Home Municipi Municipio IX

Il Museo della Civiltà Romana e il Tavolo sull’Eur nel Bilancio della Capitale

Due atti di Fdi collegati al Bilancio chiedono la riapertura dei Musei e un Tavolo per decidere l’utilizzo degli oneri delle trasformazioni urbanistiche

SHARE
eur copertina 134

ROMA – Due atti di Fdi collegati al Bilancio di Roma Capitale sono stati approvati e riguardano alcuni importanti aspetti del quartiere EUR. Entrambi i documenti vedono come primo firmatario il Consigliere Capitolino di Fdi, Andrea De Priamo.

PLANETARIO E MUSEO DELLA CIVILTÀ ROMANA – Il primo documento punta a riaccendere i riflettori sulla chiusura del Museo della Civiltà Romana e del Planetario dell’Eur, chiedendo di riaprire le strutture “secondo modalità compatibili con le esigenze di ristrutturazione e di sicurezza del complesso monumentale al fine di non privare il quartiere di un bene di valore storico e artistico che negli anni ha fatto registrare una importante presenza di turisti con beneficio anche per le entrate nel bilancio di Roma Capitale”. Un introito già calcolato in passato che vedrebbe circa oltre 600mila euro di incasso nel solo 2013, mentre l’anno successivo (28 gennaio 2014) entrambe le strutture vennero chiuse a causa di impellenti lavori di adeguamento.

IL TAVOLO SULL’EUR – Anche il secondo documento porta la firma di Andrea De Priamo e punta a rendere più organici gli interventi sul quadrante a fronte degli importanti stravolgimenti urbanistici che lo stanno interessando. Dall’apertura della Nuvola fino all’urbanizzazione dell’area dell’ex Velodromo, passando per la vicenda delle Torri dell’Eur e per quella dell’Acquario. Il documento chiede che venga istituito un “tavolo di coordinamento con la necessaria presenza del Municipio IX al fine di coordinare gli interventi urbanistici previsti nel quartiere EUR anche con riferimento agli oneri di urbanizzazione derivanti e alle opere infrastrutturali previste (ponte dei Congressi, corridoio della mobilità, ecc)”. Questo documento punta a realizzare un coordinamento, già previsto dalla delibera del Consiglio Comunale n.40 del 2010, per definire l’impiego delle risorse derivanti dalle trasformazioni urbanistiche: “Con particolare riferimento alle opere sulla mobilità, nell’ottica di favorirne la valorizzazione e la realizzazione di servizi pubblici, anche attraverso l’indizione di un concorso di idee coinvolgendo architetti, ingegneri e urbanisti nazionali”.

IL COMMENTO – In merito ai due Ordini del Giorno collegati al Bilancio di Roma Capitale, è intervenuto il primo firmatario, il consigliere di Fdi, Andrea De Priamo: “Questi due atti sono di indirizzo – spiega il Consigliere De Priamo – sono stati entrambi approvati e ora starà alla maggioranza e alla Giunta dare loro seguito. Noi vigileremo perché questo avvenga. Certo dobbiamo auspicare che sapranno attuali. Per il Museo si tratta di dare nuovo impulso e indirizzo alla vicenda, mentre per il Tavolo sull’Eur il Comune è nella possibilità di organizzarlo, vedremo se riusciranno a metterlo in piedi nei prossimi mesi”.

Leonardo Mancini