Home Municipi Municipio IX

Il Salone dell’editoria Archeologica: Roma 2010

SHARE

Sabato 7 Novembre, alle 17.30 verrà presentato, presso la Libreria Archeologica Espera di via Carlo Botta 11 , il “I Salone dell’Editoria Archeologica – Roma 2010”, promosso dalla Ediarché Srl – Editoria per l’Archeologia.
L’archeologo Filippo Avilia introdurrà il progetto che avrà luogo presso il Museo Nazionale Preistorico Etnografico Luigi Pigorini dal 20 al 23 Maggio 2010, consistente nella realizzazione di una manifestazione culturale il cui protagonista principale è il libro di archeologia. Centro della manifestazione è infatti l’esposizione-vendita di libri di archeologia e storia dell’arte antica, cui si affianca un ricco programma di eventi collaterali di elevato valore culturale. Fine del “I salone dell’editoria archeologica” è diventare luogo di incontro e scambio culturale tra case editrici specializzate e operatori del settore, Enti Pubblici, Musei, Università, Centri di ricerca, Società e Cooperative archeologiche, Agenzie specializzate nel Turismo culturale, Associazioni Culturali, fino a coinvolgere gli appassionati e i curiosi dell’antichità.
Il pomeriggio alla Libreria Archeologica proseguirà con la presentazione del libro “Ritorno ad Ischia. Dalla stratigrafia della necropoli di Pithekoussai alla tipologia dei materiali” dell’archeologo Valentino Nizzo, secondo il quale “Lo scopo del presente contributo vuole essere quello di proporre una prima sequenza relativa delle sepolture della fase di vita più antica della necropoli a partire dall’utilizzo sistematico e critico dell’insieme dei dati stratigrafici desumibili dal volume Pithekoussai I, integrati e confrontati con la classificazione tipologica e la seriazione dei materiali provenienti da tali contesti” (p.11).
La serata si concluderà con una degustazione di prodotti dell’azienda agricola degli archeologi Marco Viglietti e Luana Spadano, la cui proprietà (Azienda Agricola Marco Viglietti), pressoché incontaminata, è situata nella bassa valle del torrente Cigno, affluente di sinistra del fiume Pescara. I prodotti dell’Azienda (miele, frutta secca sotto miele, confetture – di more, uva, sambuco – idromele – di pesca, fragola o ciliegie – cantucci, ostie, torroncini) sono frutto di una gestione rispettosa e intelligente dell’ecosistema: nella proprietà (in cui vengono allevate le api per la produzione di un miele di altissima qualità), a coltivazioni estensive si alternano infatti siepi, boschetti, luoghi incolti, ad assicurare rispetto e cura dell’ambiente.


Maria Rosa Ferrario