Home Municipi Municipio IX

Il Santa Rita passa nelle mani del Comune?

SHARE

Forse i residenti di Fonte Meravigliosa potranno finalmente fruire del bellissimo casale.

Sembra risolversi la situazione sulla cessione del casale Santa Rita (via Tommaso Arcidiacono, 192) da parte del Consorzio Fonte Meravigliosa al Comune di Roma. Quest’ultimo fece istanza al TAR del Lazio lo scorso ottobre per ottenere la disponibilità delle aree. Ora sembra che la data per le udienze di discussione sia fissata.
Inoltre il Comune ha presentato al TAR anche la richiesta per entrare in possesso di quelle aree che appartengono attualmente al Consorzio Solidarietà Sociale (Prato Smeraldo), comprendente tutte quelle zone verdi attorno a Piazza Zamagna.
Quindi, anche se a distanza di parecchi mesi, la data è stata fissata per il prossimo 15 Luglio. L’udienza non sarà pubblica perché non riguardante il merito e si svolgerà in Camera di Consiglio; presenzieranno perciò solo i legali delle parti.
Il Comitato di quartiere, che molto si era battuto per la causa, può ora tirare un sospiro di sollievo: aveva portato alla luce il problema che il Consorzio Fonte Meravigliosa non aveva prestato fede agli impegni sociali scritti negli atti d’obbligo, adibendo l’edificio a scopi privati e non pubblici.
Anche il capogruppo della Sinistra Arcobaleno al Municipio XII, Matilde Spadaro, che si era interessata alla vicenda, afferma che questo è un grande passo avanti e che finalmente l’edificio potrà essere a servizio dei cittadini del quartiere.
Sulla stessa linea Stefano Aloisi, Consigliere del Pdl del Municipio XII, che dichiara: “Il TAR del Lazio ha fissato l’udienza, per la richiesta cautelare per l’immediata presa in possesso dell’edificio da parte del Comune di Roma. L’udienza si terrà il 15 luglio e questo è il frutto del lavoro che il Municipio ha effettuato per dare al quartiere uno spazio di cui necessita da tempo, il tutto grazie alla collaborazione preziosa del Comitato di quartiere. La struttura, una volta acquisito il possesso da parte del Comune di Roma, verrebbe destinata a uno spazio di aggregazione sociale e pubblico destinato a giovani, anziani e associazioni di quartiere. Le proposte del Comitato di quartiere sono prese in considerazione, visto che sono le stesse che il Consiglio municipale ha espresso nella risoluzione 50/2009 del 8/10/2009, votata per l’acquisizione gratuita al patrimonio del Comune di Roma dell’edificio Santa Rita”.
Dovranno comunque passare dei mesi prima che gli abitanti del quartiere possano fruire dei servizi del casale Santa Rita. Infatti la struttura, se passasse nelle mani del Comune, sarà sottoposta a lavori di ristrutturazione.

Emanuela Maisto