Home Municipi Municipio IX

Immobile confiscato alla mafia diventa centro per bambini malati

SHARE

Calzetta: “Immobile sottratto alla mafia diventa La Stanza di Ale: centro per bambini con anomalie vascolari”.

In via Berna al Torrino un immobile confiscato alla mafia diventa centro di accoglienza per bambini affetti da rare anomalie vascolari. Il progetto è realizzato dalla Fondazione Alessandra Bisceglia in collaborazione con Fimmg (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale, con il patrocinio del Municipio XII, e rientra nell’ambito delle politiche della pubblica amministrazione per la riutilizzazione a fini sociali dei beni sottratti alle organizzazioni malavitose, come previsto dalla legge 109 del 1996. Le attività del centro sono state illustrate dal Prof. Cosmo Ferruccio De Stefano, Presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Alessandra Bisceglia, per anni primario al Bambini Gesù, dal Presidente del Municipio XII Pasquale Calzetta e dell’Assessore municipale alle politiche Sociali Gemma Gesualdi.
L’appartamento di 80 metri quadrati, sottratto alla criminalità mafiosa, ospita adesso La Stanza di Ale: punto di prima assistenza per pazienti in età pediatrica con malformazioni vascolari e di orientamento alle famiglie nella gestione della malattia, che promuove anche la diffusione dei risultati della ricerca scientifica nel settore, mediante una sinergia con l’Università di Tor Vergata.
La Stanza di Ale, seconda in Italia accanto a quella in provincia di Potenza in Basilicata, nasce in ricordo della giornalista Alessandra Bisceglia e rivolge le sue attività ai bambini di tutto il territorio nazionale.
“Restituire un bene sequestrato alla mafia alla collettività ha un duplice valore – dichiara Calzetta – perché segna un percorso di legalità e di utilità sociale.”