Home Municipi Municipio IX

L’EUR torni città pubblica

SHARE
civiltaLavoroRID

L’appello di Carte In Regola contro la dismissione del patrimonio

L’EUR SPA – Manca veramente poco all’importante data del 24 aprile quando Eur Spa dovrà presentare il piano di ristrutturazione delle finanze aziendali per scongiurare l’ipotesi di fallimento. I problemi della società sono ormai noti, i 300 milioni necessari alla conclusione del cantiere della Nuvola sono difficili da trovare. La risposta potrebbe arrivare dall’Invimit, un fondo immobiliare del Ministero dell’Economia, oppure da una partnership con l’INAIL. I rischi sulla svendita del patrimonio rimangono, per questo l’Associazione Carte in Regola ha voluto lanciare un appello “al Ministro delle Finanze Padoan e al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Franceschini – cui spetta di vigilare sul rispetto dei vincoli e sulla tutela dei beni dell’EUR – e al Sindaco Marino, perchè si impegnino per riportare “la città nella città” sotto il governo comunale”. 

LE RICHIESTE – “Dopo le vicende di Mafia Capitale, che si aggiungono ad altre indagini che coinvolgono l’ex Presidente Mancini, che è stato alla guida di un consiglio di amministrazione tuttora in carica, e che, pur in scadenza, dovrebbe presentare il fatidico piano di salvataggio, riteniamo un preciso dovere dei Ministri delle Finanze Padoan, dei Beni Culturali Franceschini e del Sindaco Marino aprire un nuovo capitolo della storia dell’EUR, all’insegna della trasparenza e dell’interesse pubblico. Per questo – aggiungono DA Carte In Regola – chiediamo che, prima di avviare qualunque iniziativa – piano, vendite e salvataggio – si proceda a una profonda riforma, restituendo l’EUR al governo comunale, pari a tutti gli altri quartieri di Roma, senza l’ingombro di una spa inutile e dannosa. E sia il Comune a predisporre un piano per il rilancio economico e culturale dell’EUR, garantendone la sostenibilità, all’insegna della trasparenza e della partecipazione dei cittadini”.

LA RISPOSTA ALL’APPELLO – Sono molte le sottoscrizioni all’appello che sono arrive in queste ore. Tra le tante anche quella del Gruppo SEL in Municipio IX che, attraverso Facebook fa sapere: “Apprendiamo con forte interesse e condivisione lanciato da Carteinregola. Vogliamo sostenere il confronto necessario a capire come uscire da una fase in cui, con comprovate vicende di mala gestione, un pezzo di territorio romano è stato governato da un consiglio di amministrazione e non dal Comune”.

LM